Erdogan bombarda, i curdi si mobilitano

Condividi!

Il presidente turco Erdogan ha lanciato
l’operazione “Primavera di Pace”,contro
le forze curde nel nord della Siria.
Punta a occupare i territori nella Si-
ria settentrionale controllati dai cur-
di, creando una “Safe Zone”. “Vogliamo
eliminare il corridoio usato dai terro-
risti e portare al nostro confine sud
pace e serenità”, annuncia Erdogan.

L’aviazione turca ha bombardato la cit-
tà di Ras al-Ain, al confine con la
Turchia. Forti esplosioni hanno scosso
la città. Colonne di fumo di levano da-
gli edifici. Raid dei turchi sui curdi.

“I caccia turchi hanno lanciato raid
su aree civili. C’è grande panico tra
la popolazione nella regione”. Lo ha
twittato un portavoce dei combattenti
curdi nel nord-est della Siria.

“Non ci sono truppe di terra in azione
-precisa-le località colpite sono tutte
nei pressi della frontiera turco-siria-
na,aree controllate dai curdi”. Ovvia-
mente,precisa, “risponderemo all’azione
turca non appena vi sarà l’effettivo
ingresso di truppe”. L’amministrazione
curda ha chiesto alla Russia di essere
“garante” nel dialogo con Damasco.

Prima, chi faceva le guerre aveva il buongusto di dare denominazioni correte. Ora la chiamano ‘pace’

Comunque, almeno i turchi sono in grado di crearsi un ‘cuscinetto’ al confine meridionale. Noi non siamo in grado di fare lo stesso in Libia.




Lascia un commento