Taglio Parlamentari: il governo perde 27 voti alla Camera in 1 mese, 15 grillini spariti

Condividi!

Lo scorso 9 settembre la Camera ha votato la fiducia al governo Conte con 343 sì. Oggi, il taglio dei parlamentari, al netto dei voti di Lega e del resto dell’opposizione parlamentare che ha votato a favore anche stavolta, ha ricevuto solo 326 voti dalla cosiddetta maggioranza. Appena 10 in più dei 316 necessari.

VERIFICA LA NOTIZIA

Se il voto fosse stato al senato, col cavolo che avrebbero avuto l’autosufficienza. Ringrazino che lì il voto c’è già stato mesi fa con l’altro governo, altrimenti Conte andrebbe già a casa. Ma questo evidenzia perfettamente le debolezza sia numerica che politica di questo governo. Per non parlare di quella che ha nel Paese.

Il dato politico della votazione di oggi a Montecitorio è l’assenza di 18 deputati, con 3 assenze giustificate nel Pd e un’astenuta. Quindi le principali assenze sono state tra i 5 Stelle. E anche se questo non ha avuto effetto in questa votazione, è un segnale piuttosto chiaro.

Il taglio dei parlamentari è cosa buona e giusta, ma il PD l’ha votato, dopo 3 voti contrari, solo per mantenere la poltrona.




Un pensiero su “Taglio Parlamentari: il governo perde 27 voti alla Camera in 1 mese, 15 grillini spariti”

  1. I nostri parlamentari vanno spesso in prestigiosi ristoranti, se io fossi uno chef pentastellato non mi perderei per nulla al mondo l’ebrezza di servire dei manicaretti a base di ripieno con cacca di negro, riduzione di catarro di tossico, consomè di tampax con lue. Le infezioni intestinali possono degenerare…con un bricciolo di fortuna.

Lascia un commento