Profugo violenta ragazzina a Milano: “Ho il permesso umanitario”

Condividi!

Mentre i buonisti piangono per i clandestini affondati a qualche miglio da Lampedusa, quelli che sono sbarcati stuprano le ragazzine.

VERIFICA LA NOTIZIA

Qualche ora passata in un locale di Milano, la passeggiata con gli amici e infine il terrore.

La serata di una studentessa 18enne si è infatti trasformata in un incubo, quando un immigrato della Costa d’Avorio ha tentato di violentarla, spingendola a terra e immobilizzandola.

“Io ero distesa a pancia in su, con una mano iniziava a sbottonarsi i pantaloni”, avrebbe raccontato la ragazza ai carabinieri, secondo quanto riporta il giornale locale. “Ero terrorizzata-dice- perché sentivo che era fisicamente molto più forte di me. Ho urlato molto forte divincolandomi in maniera energica, alla mia reazione si è sollevato, ha afferrato il mio telefono Apple IPhone 5 ed è scappato”. È successo nella notte tra sabato e domenica quando, dopo aver trascorso la serata in un locale, la studentessa aveva deciso di accompagnare due amici verso la Fondazione Prada. Erano circa le 2.30 di notte. Poi, mentre sta tornando al locale, per raggiungere il resto della compagnia, un ivoriano l’avrebbe avvicinata, cercando un approccio. A quel punto, la ragazza avrebbe preso il telefonino, per chiamare l’amica, ma l’aggressore non si sarebbe fatto scoraggiare: “A un certo punto venivo spinta violentemente e scaraventata a terra”. La studentessa riesce a salvarsi solo grazie alle sue urla e alla sua reazione.

E ad una pattuglia dei carabinieri che l’ha protetta e accompagnata al Policlinico.

Poi arrestano l’africano. Il solito richiedente asilo: ha 32 anni, ivoriano con un permesso di soggiorno per motivi umanitari.

La protezione umanitaria inventata dalla sinistra e cancellata da Salvini. Che ora il governo del ribaltone vuole rimettere: per dare il permessino di stuprare e uccidere ad altri Oseghale. Orrore.

Ma a fare ancora più orrore è il giornale locale Milano Today, organo buonista dell’invasione:

❌ Il racconto choc della ragazza che ha trovato la forza di reagire alla violenza sessuale ❌

Posted by MilanoToday on Monday, October 7, 2019




2 pensieri su “Profugo violenta ragazzina a Milano: “Ho il permesso umanitario””

  1. Foto! Foto del l’aggressore SEMPRE quando e’ negro da diffondere poi dai patrioti su tutti i social. I discorsi non convincono ma le fattezze del negro si, il cervello umano rimane colpito nel profondo anche se si e’ buoniste. Fito del negro e diffondete le facce.

  2. Nei cutter 4 tacche vanno bene per molte cose ma se puntate alla giugu… tiriamone fuori solo massimo 2 e mezzo perché la lama intera è pretagliata in piccoli segmenti e si spezza facilmente.

Lascia un commento