STRAGE POLIZIOTTI TRIESTE: SONO STATI 2 IMMIGRATI ARRIVATI CON RICONGIUNGIMENTI FAMILIARI

Condividi!

E’ ufficiale: i due fratelli che hanno sparato contro gli agenti della Questura di Trieste, uccidendone due, sono Alejandro Augusto Stephan Meran, 29enne dominicano con turbe psichiche, rimasto ferito. Con lui il fratello, Carlysle Stephan Meran, 34 anni. Quindi di origine africana e non dell’Est.

VERIFICA LA NOTIZIA

Entrambi avevano permessi di soggiorno per motivi familiari.

Ancora una strage fatta da delinquenti arrivati in Italia con i famigerati ricongiungimenti familiari. Ne arrivano oltre 200mila l’anno, in questo modo.

Numerosi colpi di pistola questo pomeriggio nella Questura di Trieste e all’esterno dell’edificio, due poliziotti trentenni sono morti.

I due agenti deceduti, un agente scelto di 31 anni, Matteo Demenego, e l’agente Pierluigi Rotta, di 34 anni, avevano riportato ferite gravissime, la conferma del decesso è arrivata anche dal sindaco di Trieste Roberto Dipiazza che ha già annunciato l’intenzione di proclamare il lutto cittadino per sabato 5 ottobre. Passanti in fuga e panico in strada quando la sparatoria si è portata fuori dal palazzo.

Noi vogliamo vendetta, e voi?




5 pensieri su “STRAGE POLIZIOTTI TRIESTE: SONO STATI 2 IMMIGRATI ARRIVATI CON RICONGIUNGIMENTI FAMILIARI”

  1. Vedremo cose inimmaginabili nel volgere di breve tempo. Non credevo, ma si stanno sviluppando i “tre punti di tensione” che generano una guerra “mondiale”. Kashmir, Mar Cinese Meridionale, Medio-Oriente e Mediterraneo.
    La singolarità è vicina, chi arriva prima spazza via gli altri.

  2. Prima di tutto un pensiero agli agenti ed alle loro famiglie.
    e’ comunque assurdo che ora importiamo anche chi ci viene a sparare… le notizie dei media sono abbastanza scarne e lacunose per il momento, come del resto il silenzio assordante del ministro dell’interno tanto per citare un politico..

  3. A me ha molto colpito una considerazione di Enrico Mentana riguardo al fatto che non possiamo dividerci e che le responsabilità si sa dove stanno e che bisogna essere solidali con la polizia, non tanto per quello che dice, ma per le proporzioni abnormi delle sue narici… ma che succede agli Ebrei, gli i ingrandiscono le narici con la vecchiaia? Il naso sembra il becco di un’aquila.

Lascia un commento