Consulta dà via libera ad ‘eutanasia’ in certi casi

Condividi!

E’ lecito l’aiuto al suicidio nei casi
come quelli del Dj Fabo. La Corte Co-
stituzionale ha ritenuto non punibile,
a certe condizioni, chi agevola il sui-
cidio di chi abbia manifestato libera-
mente e autonomamente tale proposito e
sia tenuto in vita da trattamenti di
sostegno vitale e affetto da patologia
irreversibile che sia fonte di soffe-
renze fisiche e psicologiche che egli
reputa intollerabili.

Lo ha stabilito la Consulta, che è tor-
nata a invocare un “indispensabile in-
tervento del legislatore” sul fine vita

Su questo argomento è difficile avere una posizione monolitica. Da una parte c’è il sacro diritto di qualcuno che soffre a dire basta, diritto che non discende da qualche prete. Dall’altra c’è però il pericolo che legiferando si crei una zona grigia in cui la vita diventa uno scarto.

E, come società, non possiamo permetterci la seconda ipotesi.

In ogni caso, non può essere un organo non eletto a scegliere. Questa è la vera emergenza italiana oggi: non eletti che decidono per tutti.




Un pensiero su “Consulta dà via libera ad ‘eutanasia’ in certi casi”

Lascia un commento