Indagati 15 poliziotti: hanno pestato tunisino

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

“Sospensione immediata” per i quattro poliziotti penitenziari destinatari di provvedimento di interdizione da parte dell’autorità giudiziaria e “doverose valutazioni disciplinari” per i quindici che hanno ricevuto un avviso di garanzia. Lo ha disposto il Dap informato dalla Procura della Repubblica di Siena che indaga su un episodio di pestaggio ai danni di un tunisino che sarebbe avvenuto nel carcere di San Gimignano. L’indagine definita dal Dap “complessa e delicata” trae origine dalla denuncia fatta da alcuni detenuti su presunti pestaggi avvenuti all’interno dell’istituto toscano.

Le accuse formulate dalla Procura di Siena vanno dalle minacce alle lesioni aggravate, al falso ideologico commesso da un pubblico ufficiale, alla “tortura”. Nell’avviare l’iter dei provvedimenti amministrativi di propria competenza, il Dap confida “in un accurato e pronto accertamento da parte della magistratura”, ma al tempo stesso esprime “la massima fiducia” nei confronti degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria.

Urge una legge che dia agli agenti e a qualunque cittadino licenza di maltrattare gli spacciatori. In Paesi più civili come le Filippine non finiscono in galera, la Polizia ha licenza di eliminarli in strada.

Un referendum popolare approverebbe.




2 pensieri su “Indagati 15 poliziotti: hanno pestato tunisino”

  1. 15 poliziotti impazziti simultaneamente? ma per piacere… si fa’ prima a garantire l’immunita’ a spacciacciatori ladri ed assassini, in questo modo almeno le forze dell’ordine non vengono derise ed umiliate.

  2. METODO DUTERTE-BOLSONARO
    POLIZIA AUTORIZZATA A SPARARE
    A
    SPACCIATORI
    CONSUMATORI DI DROGHE
    CRIMINALI
    DELINQUENTI.
    L’ITALIA PAESE DEMOCRATICO DELLA MINCHIA E ORMAI IL PAESE DOVE SI RIFUGIANO TUTTI I CRIMINALI DEL MONDO PER DELINQUERE E LA POLIZIA NON PUÒ SPARARE
    ITALIA DI MERDA

Lascia un commento