Senza frontiere: col PD al governo raddoppiati anche ingressi via terra

Condividi!

I numeri crescono ma la situazione sulla zona confinaria rimane sempre la stessa. Quest’anno a settembre sono circa rintracciati dopo essere entrati in Italia dal confine orientale già 337.
E questo in soli 18 giorni, rispetto ai 219 rintracci di tutto il mese di settembre dell’anno scorso.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un conteggio che in realtà è ben più alto, e come denuncia anche il SAP-Sindacato Autonomo di Polizia: “Era ampiamente prevedibile, vista la stagione e considerando che l’anno scorso in questo periodo si era verificata un’impennata di arrivi rispetto al 2017”.

Le cifre, tuttavia, non tengono conto di tutti quegli ingressi che non sono stati arginati, “Il numero di persone che hanno fatto ingresso clandestinamente sul territorio nazionale è sicuramente ben più alto poiché molte non sono state avvistate. E’ un dato di fatto, ma anche un dato determinato dalle forze attualmente in campo, cioè da quanto è stato possibile fare con l’organico a disposizione” commenta in una nota il segretario Provinciale Lorenzo Tamaro.

Insomma, con il PD al governo non solo triplicano gli arrivi via mare, ma raddoppiano anche quelli via terra. Si è sparsa la voce che l’Italia è aperta, come ha detto ieri sera Rackete.

E sono migliaia i clandestini islamici che stanno marciando verso l’Italia lungo la via dei Balcani, quella che in questi anni ha portato in Europa milioni di immigrati.

L’allarme: “Senza decreto Salvini sarà invasione: 25mila islamici in marcia”

Con la chiusura della frontiera ungherese dopo il grande muro di Orban, ora la nuova rotta scorre più a ovest, pericolosamente più a ovest, con la Bosnia-Erzegovina come crocevia. E poi la Croazia. La Slovenia.

E dopo aver attraversato la Croazia e la Slovenia, Trieste è a un passo. Trieste è dove vogliono passare per dilagare nella pianura padana, come gli Unni di Attila:

Islamici in marcia: “Vogliamo andare in Italia” – VIDEO

In particolare, è la Bosnia-Erzegovina che si trova ad affrontare una situazione di vera emergenza.

Le stime sulle attuali presenze, che includono solo chi è stato registrato, stimano un piccolo esercito di oltre diecimila clandestini che premono verso la Croazia. E poi Trieste.

Anche perché non ci sono controlli:

Militare sloveno ammette: “Lasciamo andare i clandestini in Italia”

E statene certi, quando sapranno che non c’è più Salvini, si riverseranno come cavallette verso l’Italia del Pd. Che è già pronto a riaprire la mangiatoia.

Serve il muro. Non possiamo fidarci degli sloveni. Ma, soprattutto, non possiamo fidarci di un governo Pd-M5s.




4 pensieri su “Senza frontiere: col PD al governo raddoppiati anche ingressi via terra”

  1. Incredibile pensare che Giuseppi, Levi Zingarettaccio e “Di Miao” finiranno nei libri di storia. Come ultimo governo della seconda repubblica, certo, ma ad ognuno il suo.
    Talleyrand al congresso di Vienna c’era, ma non tutti hanno la capacità di evitare la ghigliottina di un ex prete.

  2. Ah, comprate un telefono cinese (che probabilmente ora si chiamano “persone di mandorla”). Vi consiglierei Xiaomi, specie se aderirà alla versione Huawei dello store per i programmi. Oppure addirittura Huawei a partire dal modello “Mate 30” con la loro nuova versione proprietaria di Android.
    Voglio proprio vedere come andranno a finire le richieste demoplutonasaiche di rimuovere il nazismo/razzismo/patriarcato dai negozi cinesi.
    Per il resto, tutti i componenti sono fatti negli stessi stabilimenti della Foxconn, quindi se vi hanno detto che un telefono è meglio di un altro per motivazioni tecnico/qualitative che non includevano il software forse vi hanno preso un po’ in giro. E se vi hanno detto che il software della mela è meglio vale come presa in giro perchè è meglio solo per loro visto che dovete per forza comprare da loro. (tuttora a parità di spesa un PC va forte almeno il doppio rispetto ad un MAC. Ma vuoi mettere quanto fa figo avere la mela?)
    In ogni caso, un mercato accessibile e non controllato da persone di naso è estremamente interessante.

  3. Il muro al confine orientale ora che c’è il governo giallofucsia? Sì va beh, non è stato eretto quando c’era Salvini, figuriamoci, pura utopia. Li faranno entrare tutti e 25 mila e li accoglieranno come profughi a 42 euro al giorno ciascuno.

Lascia un commento