Polizia libica spara a clandestino violento e lo uccide, e allora?

Condividi!

La Commissione Ue “condanna fermamente
la tragica morte del migrante di origi-
ne sudanese, ucciso dopo lo sbarco in
Libia”, precisando che è “inaccettabile
che vengano sparati colpi di arma con-
tro civili disarmati”.Lo dice una por-
tavoce della Commissione che ha chiesto
“un’inchiesta approfondita” ai libici.

Sull’uccisione del sudanese ieri subito
dopo lo sbarco in Libia di 103 migranti
che si opponevano al trasferimento nei
centri di detenzione,c’è anche la con-
danna e la protesta dell’Oim, il cui
staff è stato testimone della tragedia.

Nei Paesi normali i poliziotti, quando un clandestino li aggredisce perché non vuole andare dove deve andare, sparano.

Ovviamente gli immigrazionisti diffondono fake news:

I nostri poliziotti, invece, si fanno spezzare dita e braccia perché non possono sparare. Non vuoi che i poliziotti libici ti sparano? Obbedisci, visto che sei un delinquente entrato illegalmente nel loro Paese e che, a pagamento, vuole imbarcarsi per l’Italia.

In epoche meno compromesse intellettivamente, sparare a chi violava le frontiere, non solo era permesso, era un dovere.




4 pensieri su “Polizia libica spara a clandestino violento e lo uccide, e allora?”

  1. Noi, cittadini di civiltà europea siamo in lotta per la sopravvivenza. In guerra è legittimo sparare al nemico. Quindi … prendiamoci la responsabilità . E poi, non facciamoci fregare da chi afferma che le razze non esistono. La razza non deriva dal colore della pelle, ma dal modo di pensare. Veniamo tutti dall’Africa ok. Ma io non penso all’africana.

  2. LA EU CONDANNA LA MORTE DI UN RIFIUTO PUZZOLENTE SCHIFOSO??
    MINCHIA E I FERIMENTI LE MORTI DEGLI EUROPEI PER MANO DEGLI IMMIGRAMERDE NON LI CONDANNA???
    MINCHIA MORITE TUTTI VAFFANCULO
    1 IN MENO
    CHE
    GODURIA
    GODOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Lascia un commento