Lampedusa è al collasso, nuovi sbarchi: tunisini assediano chiesa

Condividi!

Nuovo sbarco a Lampedusa, dove sono arrivati un’altra trentina di clandestini prelevati direttamente da una motovedetta della Guardia di Finanza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il nuovo sbarco peggiora la situazione all’hotspot dell’isola, a contrada Imbriacola: pensato per 95 immigrati, ne ospita al momento 240.

Dopo ieri sera anche oggi diversi tunisini hanno fatto un sit-in davanti alla chiesa madre lampedusana, chiedendo di non essere rimpatriati.

Sanno che il Vaticano è con loro. E ora anche il governo abusivo è con loro.

Il timore però è che, nei prossimi giorni, le richieste dei tunisini possano sfociare, come già in violenze.

Lampedusani, armatevi e difendete la vostra isola, perché lo Stato non esiste. Lo Stato è ora nostro nemico.




2 pensieri su “Lampedusa è al collasso, nuovi sbarchi: tunisini assediano chiesa”

  1. Lampedusa soffre di siccita endemica. Un incendio improvviso è sempre probabile. Vero amici isolani? Voi che avete 18 varietà di vite diverse in un’isola così piccola sapete che la natura può essere matrigna.

Lascia un commento