Italiani ostaggio degli immigrati: “E’ una giungla, ci pestano” – VIDEO

Condividi!

“Questo posto è una giungla. Solo l’altro giorno un mio collega è stato picchiato da un immigrato durante il servizio”. Dopo il tentato sgozzamento di ieri, gli italiani sempre più assediati a Milano.

Del resto arrivano così:




4 pensieri su “Italiani ostaggio degli immigrati: “E’ una giungla, ci pestano” – VIDEO”

  1. Vergognosi questi giovani, armati sino ai denti, che non reagiscono mentre un loro collega è vittima di un criminale. Andate a spalare letame se non amate le armi, finocchi che non siete altro. Pazienza una vecchia che scende dal treno ignara di quello che le accade intorno, ma questi caccasotto sono quelli che dovrebbero difendere noi? Stiamo freschi!

    1. Portano le armi e prestano il servizio solo per lo stipendio Lavinia, per farsi assumere nelle forze dell’ordine devono fare 4 anni di leva, ma per il resto se ne fregano di difendere il cittadino, anzi se intervengono male perdono pure il posto. Ma l’ordine pubblico di questo tipo non è un servizio quale può essere la lavanderia o la ristorazione, gli operatori della sicurezza dovrebbero farlo su base volontaria e non a fine di lucro. Si organizzino squadracce armate di bastoni ed olio di ricino, tuttalpiù supervisionate da qualche professionista perchè non si diano botte eccessive alla marmaglia infestante. Sparare sarebbe bello ma manganello cinghiate ed olio di ricino potrebbero fare miracoli anche loro. Vogliamo il carrettone.

      1. Squadracce e olio di ricino? Suona strano dalla tastiera di uno che sino a ieri tutelava vomitevolmente gli ebrei, che in realtà sono i responsabili della catastrofe che sta accadendo al nostro paese.
        Forse ti sei dimenticato di aver scritto che tutti noi saremmo felici di sacrificare i nostri figli per la loro causa? Immola i tuoi di figli “caro” abramo.
        p.s. È solo un caso di omonimia o sei tu quel giornalista piddino citato in internet? Forse un simpatizzante delle sue gesta?

Lascia un commento