Spagna senza maggioranza, si torna al voto

Condividi!

Il re spagnolo Felipe VI non ha individuato nessuno che abbia sufficiente sostegno in Parlamento per tentare di
formare un governo, dopo che il socialista Pedro Sanchez, vincitore delle non è riuscito a ottenere l’appoggio necessario.

La decisione,presa dopo un nuovo giro
di consultazioni con i leader dei par-
titi politici, apre la strada al ritor-
no alle urne il prossimo 10 novembre,
quarto appuntamento elettorale in quat-
tro anni.

Le scorse elezioni una maggioranza di spagnoli aveva votato i partiti di destra ma la bizzarra legge elettorale spagnola aveva consegnato più voti ai partiti di sinistra e regionalisti.

Comunque, l’Italia è l’unico Paese dove votare è ‘pericoloso’. Meglio creare nuovi partiti in Parlamento con giochini di palazzo.




Un pensiero su “Spagna senza maggioranza, si torna al voto”

  1. Franco non lo aveva votato nessuno. Benny invece…
    Se io fossi il “Cattivo” opterei per evitare qualsiasi rischio.
    Troppo imprevedibili, troppo di “destra” per tradizione ed educazione. Sono anni che provano a rieducarci ma fanno fatica anche con le nuove generazioni. Abbiamo dei ragazzini strani, sapete? Si fidano poco degli estranei e tendono a dire brutte parole tipo “negro” senza provare rimorso. Non è normale a livello europeo.

Lascia un commento