Toghe rosse scatenate: 2 ufficiali Marina a processo per naufragio clandestini a 60 miglia dall’Italia

Condividi!

Il Gup di Roma – bel tribunale quello di Roma – ha rinviato a giudizio l’ufficiale responsabile della sala operativa della Guardia Costiera, Leopoldo Manna, e il comandante della sala operativo della squadra navale della Marina, Luca Licciardi, in relazione al processo sul naufragio dell’ottobre 2013, durante il governo PD, dove sarebbero morti 268 clandestini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ai due imputati,il pm Sergio Colaiocco contesta i reati di rifiuto di atti d’ufficio e omicidio colposo.Il processo è stato fissato al 3 dicembre.

I barconi affondarono ad oltre 60 miglia di distanza da Lampedusa, in acque internazionali.

L’Italia deve uscire dalle convenzioni che ci impongono responsabilità su barconi che navigano fuori dalle nostre acque. L’unica responsabilità di uno Stato è difendere le proprie frontiere da chi tenta di violarle.




Un pensiero su “Toghe rosse scatenate: 2 ufficiali Marina a processo per naufragio clandestini a 60 miglia dall’Italia”

Lascia un commento