Renzi lascia il PD, a Zingaretti va il premio “utile idiota” dell’anno.

Condividi!

Matteo Renzi annuncia la nascita dei suoi gruppi parlamentari autonomi dal Pd e la scissione di fatto.

«Solo chi è a digiuno di politica – ha spiegato – non capisce questa mia scelta. Formeremo due gruppi parlamentari, uno di 25 deputati alla Camera e un altro tra i 12-15 senatori a Palazzo Madama. Due nuovi soggetti che saranno decisivi per la maggioranza e per il governo».

Il premio “idiota dell’anno” va sicuramente a Zingaretti. Salvini gli aveva offerto su un piatto la testa di Renzi, che andando ad elezioni immediate sarebbe scomparso, e lui ha preferito fare un governo coi grillini che porterà all’estinzione del PD, probabilmente credendo alle promesse di Renzi.




3 pensieri su “Renzi lascia il PD, a Zingaretti va il premio “utile idiota” dell’anno.”

  1. Recuperata la botta del Papete direi che meglio non poteva andare a chi vuole solo cambiamenti radicali e traumatici: adesso servirebbe come il pane una guerra in medio oriente, possibilmente con Iran e Siria vincitori.

Lascia un commento