Conte firmerà l’accordo sugli sbarchi, clandestini tutti in Italia per almeno 1 mese: 1/3 per sempre

Condividi!

“Così Conte svende il nostro Paese, in tema di contrasto all’immigrazione clandestina”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo i senatori della Lega, infatti, il premier abusivo “firmerà a Malta il prossimo 23 settembre un programma temporaneo e predefinito per la ridistribuzione tra gli Stati membri dei migranti irregolari salvati sulla rotta del Mediterraneo Centrale”.

“Una resa, meschinamente spacciata come accordo ragionato e ponderato da questo esecutivo improbabile, alle prerogative franco-tedesche”.

Con la firma “si introdurrebbe un meccanismo automatico di distribuzione per quote stabilite dei migranti irregolari salvati dalle Ong, che Italia e Malta dovrebbero nel frattempo sempre accogliere”. Non sarebbero invece incluse Spagna e Grecia. In questo modo, “i migranti sbarcherebbero nei porti italiani e maltesi, dove sarebbero accolti ed accuditi per un mese a partire dall’avvenuto sbarco, in attesa della loro successiva ricollocazione in altro paese dell’Unione Europea, secondo uno schema che effettivamente renderebbe permanente la procedura emergenziale utilizzata in occasione degli ultimi sbarchi autorizzati in Italia”.

Non solo. Infatti, a detta dei senatori leghisti, Francia e Germania si impegnerebbero ad assorbile solamente il 25% dei migranti irregolari, comprendendo però solamente i rifugiati. I migranti economici, che sono la maggior parte degli stranieri che arrivano in Europa, sarebbero lasciati “sulle spalle dell’Italia come successo in passato”.

In realtà sappiamo che non è nemmeno così, visto che Conte sarebbe già soddisfatto di questo:

Macron vuole sbarco di tutte le Ong in Italia, Conte cede: “Ci possiamo tenere 1/3 clandestini”

E che la Francia insiste per contare il 25% solo dei veri rifugiati, che sono tra il 10 e il 15 per cento del totale di chi sbarca. Ergo: rimarrebbero tutti qui.

“Solo una mentalità supina all’Europa dei poteri forti come è quella che ha generato questo governo non vede quello che è sotto gli occhi di tutti: l’approvazione del meccanismo in corso di negoziazione costituirebbe un fattore di attrazione all’intensificazione dei flussi migratori irregolari ed implicherebbe in ogni caso un sensibile aggravio delle spese del nostro Paese chiamato a garantire il finanziamento dell’accoglienza provvisoria”, concludono i senatori della Lega, assicurando che non daranno tregua al nuovo esecutivo. Per questo, hanno presentato un’interrogazione a Conte, per richiedere spiegazioni su queste indiscrezioni, per combattere “qualunque tentativo di fare della nostra nazione l’hub incontrollato di un’immigrazione scoordinata”.

In sostanza questo accordo, così concepito, si differenzierebbe da quello firmato da Renzi, che ha poi portato in Italia quasi 1 milione di clandestini dei quali appena il 6% sono stati negli anni ricollocati, solo in un punto: al tempo i Paesi Ue si impegnarono al ricollocamento di quasi tutti i clandestini sbarcati.

Ora, invece, della metà del 15 per cento. Con il governo ‘italiano’ che punta al 70 per cento. Una resa e un tradimento.




2 pensieri su “Conte firmerà l’accordo sugli sbarchi, clandestini tutti in Italia per almeno 1 mese: 1/3 per sempre”

Lascia un commento