Bimbo di 18 mesi positivo a cannabis

Condividi!

Legalizziamo?

Un bimbo di un anno e mezzo si trova ricoverato all’ospedale, a Milano, perché trovato positivo alla cannabis. Sul piccolo, che non è in pericolo, sono in corso accertamenti da parte dei medici – e sulla vicenda da parte della Polizia di Stato – per capire come abbia fatto ad assumere una sostanza di quel tipo. ieri sera i genitori, vedendo che il bambino non si risvegliava da un sonno profondo che lo aveva colto nel pomeriggio, hanno chiamato il 118 facendolo trasportare all’Ospedale dei Bambini. Lì, dopo i primi esami, è arrivata la diagnosi, con gli esami del sangue positivi ai cannabinoidi. Sia il padre sia la madre hanno escluso di fare uso di droghe. Hanno però detto di avere nei giorni scorsi ospitato un parente noto per essere un consumatore di spinelli.

L’ipotesi è che il piccolo abbia ingerito involontariamente qualche pezzetto di droga, e al momento non ci sono indagati.




2 pensieri su “Bimbo di 18 mesi positivo a cannabis”

  1. Mio cuggino fuma e il bimbo se lo è mangiato? Ditela giusta: avete fatto i biscotti e il bimbo se li è mangiati.
    Dai, su. Tanto comandano le zecche, mica lo avete vestito da Hitler, state sereni. Al massimo lo mandano a Bibbiano.

  2. Il piccolo l’ha trovata per terra, ma la stranezza è che i medici abbiano fatto gli esami giusti.
    Ecco, visto che si parla di bambini, vorrei dire che appoggio Salvini nel rendere consapevole di quello che accade e l’aver invitato la figlia sul palco dopo la questione di Bibbiano. Ho utilizzato il metodo Montessori che all’epoca era un tantino rivoluzionario. Rendere i piccoli partecipi di quello che accade in torno a loro non è sbagliato, anzi, da una consapevolezza della vita reale che col metodo Agazzi si sognavano. Trattati come fragili bambocci rischiavano di inserirsi faticosamente in una società che, alla pubertà, di colpo, appare loro estranea e stridente rispetto alla bambagia nella quale erano tenuti.

Lascia un commento