Macron umilia Conte e ci rimanda indietro tutti i clandestini – VIDEO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
In cambio di presunti ricollocamenti di clandestini che le ong scaricano in Italia, il governo abusivo firmerà quello che Salvini si rifiutava di firmare: il via libera al ritorno in Italia dei clandestini sbarcati da noi e poi passati in altri Paesi Ue.

E intanto:

Altro che ‘ricollocamenti’ dei clandestini sbarcati in Italia in altri Paesi Ue: ricollocano in Italia i loro!

«La situazione dei migranti (clandestini ndr…) in transito a Ventimiglia continua ad essere critica, le organizzazioni che operano in frontiera riferiscono di aver intercettato più di 400 persone respinte dalla Francia durante la scorsa settimana, prevalentemente provenienti dalla rotta Balcanica. Presso i nostri servizi accedono circa 30 persone migranti ogni giorno, molti sono usciti dal circuito dell’accoglienza e sono attualmente senza dimora. Un’altissima percentuale rivela delle vulnerabilità, soprattutto sul piano psichiatrico».

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ quanto ha fatto sapere la Caritas sulla situazione degli immigrati nella città di confine.

Insomma, Macron ha respinto in Italia 400 immigrati negli ultimi 7 giorni, mentre coccolava Conte e Di Maio. E, conferma la Caritas, un’altissima percentuale di questi ha problemi psichiatrici.

E dopo essere stati trattenuti tutta la notte nei container della polizia francese, vengono identificati alla frontiera italiana e portati in Italia. E poi vengono portati verso l’hotspot di Taranto:

E la loro presenza a Ventimiglia significa e ha significato una spesa mostruosa per ripulire la città.

Parliamo di 132.850 euro: è quanto è stato speso dal Comune in due anni per ripulire e bonificare le zone dove bivaccano gli immigrati clandestini.

A partire dal giugno del 2017 sono state firmate ben 11 determine (dall’amministrazione Ioculano prima e Scullino poi) finalizzate a stanziare fondi per l’impresa (la Dock’s Lanterna di Genova) che ha il compito di intervenire nei posti a più alta concentrazione di immigrati e richiedenti asilo.

Questi, provenienti generalmente da Asia e Africa, sin dal 2015 arrivano in città ma vengono in parte respinti dalle autorità francesi, finendo per infestare Ventimiglia. E non hanno l’abitudine di usare il gabinetto.

Spesso bivaccano sulle zone che vanno da Largo Torino sino a Corso Limone Piemonte ed anche pernottano all’interno del letto del fiume Roja, utilizzando le medesime aree come luogo di bivacco diurno e notturno e dove cagano allegramente. Stesso discorso vale per la frazione di Grimaldi (Inferiore e Superiore).

Due giorni fa l’ultimo esborso di denaro dalle casse comunali per ripulire: 12.870 euro.

E ora, dopo la ‘pausa Salvini’, Ventimiglia rischia di tornare agli anni orribili.

L’unico modo di evitare questi arrivi è chiudere la frontiera orientale da cui entrano. Solo i muri ci salveranno.




7 pensieri su “Macron umilia Conte e ci rimanda indietro tutti i clandestini – VIDEO”

  1. In queste ultime settimane mi sono chiesto come mai la voce della Francia sia così importante e il risultato è che i Francesi hanno voce in capitolo per il loro esercito. Però quattro barboni col cappellino bianco non sarebbero sufficienti a giustificare la “potenza” di certe opinioni. Così ripensandoci meglio mi sono ricordato della “Bomba”. I Francesi sono gli unici che hanno la Bomba qui intorno, quindi non solo possono dire quel che gli va, ma i Tedeschi ci contano molto su quella bomba.
    Se vogliamo effettivamente uscire dalla UE la Bomba serve anche a noi.
    Si possono dire molte cose di Ciccio Kim, la principale è che a casa sua comanda lui.

        1. Ci vorrebbe un missile che vola invece di esplodere. Quello degli Inglesi è “Americano” e non funziona tanto bene.
          In più la piattaforma di lancio attuale è obsoleta, i Vanguard hanno più di trenta anni e di sottomarini nuovi se ne parla ma non si conclude. Non mi stupirei che la manutenzione dei missili la facessero fare a qualche Pajeet. Non scommetto un penny sulla capacità della marina di sua Maestà di piazzare i suoi 64 missili prima di affondare.

          1. Se le cose stanno cosi la regina dovrebbe vendere anche i gioielli della corona per armarsi a dovere, qualche sceicco sarebbe felice di fare l’affare. Intanto nelle teche sarebbero in pochi ad accorgersi dello scambio… se non l’hanno già fatto. Potrebbero pensare ad una misura di sucurezza come per certi Van Dick a Genova che sono palesemente finti.

  2. Mi sono fatta l’idea che la francia e la germania selezionino gli stranieri che arrivano sul loro suolo. Quelli che sono propensi al lavoro e tranquillini li tengono per sfruttarli, gli altri li mandano tutti qua. Quindi saremo i primi a doverci difendere quando scoppierà la guerra, perché le teste calde sono tutte qua. Finita la guerriglia il nostro paese sarà in mano dei francesi e tedeschi. In fondo ce l’hanno sempre invidiata per la posizione nel mediterraneo e molto altro, non perderanno nemmeno un uomo nel conflitto perché saranno i negri a farci fuori. Molto ingegnoso, daltra parte che motivazione potevano addurre per prendersi l’Italia…ecco cosi…

  3. Anche se non c’è Salvini la polizia di frontiera potrebbe benissimo rimandare indietro tutti quelli che vengono spediti dalla Francia.
    In fin dei conti anche se in Europa c’è la libera circolazione essa vale per i cittadini europei e non per i clandestini africani.
    Usare anche la forza pr evitare questa invasione programmata e diretta dalla polizia francese.

Lascia un commento