Grillino: ‘dovremo prepararci ad arrivo 60 milioni immigrati’

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

“Adesso, con calma e serietà, e soprattutto non nelle sedi di un governo nazionale ma in Unione europea, si dovrà affrontare una questione epocale, da qui al 2050 e 2060 , come dicono tanti studiosi, dovremo fronteggiare dai 50 ai 60 milioni di esseri umani che arriveranno nel mondo mediterraneo. Tutto questo non si può affrontare con il dilemma su porti aperti o porti chiusi”. Lo ha detto all’Adnkronos Nicola Morra, Presidente della Commissione nazionale antimafia a Palermo per l’inaugurazione dell’anno scolastico della scuola ‘Don Puglisi’ a Branacaccio.

Ma infatti. Diciamo che voi grillo-pidioti vi siete già portati avanti:

E’ invasione senza Salvini: ne sbarcano 300 in poche ore, sbarchi già triplicati

Di qui al 2050 riuscireste a farne sbarcare milioni. Ma verrete spazzati via molto prima.

Questo che fa cadere le braccia è che questi politici sfuggiti al reddito di cittadinanza dal miracolo Casaleggio non pensino a come respingere l’invasione, ma anzi a come ‘gestirla’.

Come ha dimostrato Salvini, invece, l’immigrazione si può ridurre ai minimi termini. L’Africa è lì da sempre, hanno cominciato ad arrivare quando noi glielo abbiamo permesso. Il ‘boom demografico’ non c’entra, anche se aumenta la platea di potenziali immigrati, perché l’Africa è spopolata rispetto all’Europa.

”La maggior parte dei migranti ha una percezione in gran parte falsata dell’Europa, perche’ i trafficanti promettono loro che qui troveranno lavoro, potranno farsi una casa e via dicendo, al solo scopo di depredarli dei loro risparmi. Per recarsi dal loro Paese a Sebha, e poi da qui a Tripoli, si pagano cifre importanti in dollari americani. Poi per imbarcarsi sui barconi alla volta dell’Europa, i trafficanti chiedono minimo mille dollari a persona”. E’ quanto raccontava all’agenzia vaticana Fides mons. George Bugeja, coadiutore del vicario apostolico di Tripoli

”La prima tratta del viaggio fino in Libia, i migranti la pagano con i soldi raccolti nel Paese di partenza. Una volta a Tripoli, se non hanno altro denaro, si ingegnano in lavori per racimolare la somma necessaria per imbarcarsi. Molti di loro finiscono nel giro dell’economia informale o criminale. Le ragazze specialmente finiscono nel giro della prostituzione”.

I parlamentari grillini sono culturalmente impreparati ad affrontare anche un viaggio al cesso, figuriamoci analizzare un fenomeno non certo naturale come l’invasione afroislamica.

E l’idea della ‘redistribuzione’ tra i vari Paesi Ue, anche se fosse reale (e non lo è), sarebbe comunque criminale: dobbiamo respingerli, non dividerceli. Un nigeriano caricato dalle ong non deve né rimanere in Italia né andare in Germania: deve tornare in Nigeria.

Alla domanda sul grande afflusso di immigrati, il Dalai Lama disse: “E’ impossibile per tutti venire in Europa”. Non secondo i grillini.




9 pensieri su “Grillino: ‘dovremo prepararci ad arrivo 60 milioni immigrati’”

  1. Io credo che pochi abbiano capito che abbiamo a che fare con dei criminali, che come tali, vanno combattuti, no non mi riferisco a gli stranieri ma al governo. Non c’è altra altrernativa che prendere il controllo. Legge marziale, siluri pronti perchi si avvicina alle coste, la popolazione armata sino ai denti e aereoporto con voli ininterrotti, stippati all’inverosimile, verso il primo porto nord africano utile.

  2. E’ assolutamente vero. Tutti ci dicono che dobbiamo prepararci a subire un’ondata migratoria spaventosa dall’Africa, ma non che bisogna respingerla. Tale è il livello di “frociaggine culturale” che caratterizza la classe politica italiana ed europea, buonista e umanitarista.

    “Il ‘boom demografico’ non c’entra, anche se aumenta la platea di potenziali immigrati, perché l’Africa è spopolata rispetto all’Europa.”: certo, il fatto che laggiù prolificano 4-5 volte più di noi, non significa affatto che dobbiamo farli venire tutti. Però ciò non toglie, che agli Stati africani andrebbe imposta una rigorosa politica di controllo delle nascite, con la diffusione gratuita dei contraccettivi, incentivi all’aborto e il divieto della poligamia.

    1. Tu confondi, gli africani sono bestie sciolte, se ti riferisci all’esempio della cina non funziona con loro, perché i secondi psicologicamente sono malleabili, potrebbe essere insito nella loro cultura, il fatto che siano stati sotto la ferrea dittatura comunista. Comunque si attengono alle regole. Gli africani ripeto non li riesci ad educare.

        1. Li lascerei al loro destino, sono solo bestie e moriranno di inedia. L’importante è che cricchino a casa loro. Altri paesi si stanno già spartendo il bottino africano, perché governarli quando abbiamo un sistema che non riesce nemmeno a salvare l’Italia?

Lascia un commento