PD appalta il traffico di clandestini: “Serve alleanza con le Ong”

Condividi!

Ecco che quello che avevamo scritto si avvera. Il PD è pronto ad istituzionalizzare le Ong appaltando ai taxi del mare il traffico di clandestini dalla Libia all’Italia.

In pratica non fanno che ufficializzare quello che avveniva prima dell’avvento di Salvini: Ong che riforniscono le coop del PD di clienti. A spese dei contribuenti.

«[…] “C’è bisogno di un’alleanza con le ong”, parola del viceministro del nuovo governo Pd-M5S. Lo ribadisco per l’ennesima volta: con questo governo l’Italia diventerà presto il campo profughi d’Europa». Giorgia Meloni critica duramente su Facebook il viceministro agli Esteri, Marina Sereni. Intervistata dal Corriere della Sera la dem ha subito scoperto le carte: «C’è stato uno schiacciamento sulla propaganda di Salvini e una criminalizzazione del concetto di solidarietà. Ora dobbiamo recuperare. C’è bisogno di un’alleanza con le ong».

Una sfilza di dichiarazioni in cui i vertici del Pd hanno avuto come principale bersaglio l’operato dell’ex ministro degli Interni. “Sicurezza e umanità stanno camminando insieme, con Salvini era solo propaganda”, ha chiosato la Sereni margine della convention di AreaDem, dopo che in un’intervista al Corriere della Sera aveva persino proposto “un’alleanza con le ong”. “C’è stato uno schiacciamento sulla propaganda di Salvini e una criminalizzazione del concetto di solidarietà. Ora dobbiamo recuperare”, ha dichiarato. Ma stamane, ad aprire le danze contro il leader della Lega, era stato il tweet del suo capo corrente, ossia il ministro del Mibact Dario Franceschini che ha descritto lo sbarco della Ocean Viking come la “fine della propaganda di Salvini sulla pelle di disperati in mare”. Ora, grazie al Pd (è il sottointeso), “tornano la politica e le buone relazioni internazionali per affrontare e risolvere il problema delle migrazioni”. Cinguettìo subito ritwittato dal segretario del Pd, Nicola Zingaretti e da Matteo Renzi, principale artifice della nascita del Conte-bis.

L’ex premier, rilanciando il tweet di Franceschini, ha commentato: “Bene così. Adesso un grande piano Marshall per l’Africa. Più cooperazione, più investimenti. Avanti”. Anche l’ex segretario Maurizio Martina che, sempre su Twitter, ha accolto la decisione del governo con soddisfazione. Un’azione svolta ” Senza ostaggi e senza propaganda. Con serietà e umanità la strada giusta Ocean Viking”. Matteo Orfini ci va un po’ più cauto e scrive:”piccoli segnali di #discontinuità”. Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, invece, commentando la notizia, considera questo un momento favorevole per la Riforma del Trattato di Dublino e “per dare la possibilità all’Europa di avere i poteri per affrontare il fenomeno dell’immigrazione”.




Lascia un commento