Bergoglio vuole scarcerare pedofili e assassini di bambini: “Basta ergastolo e populisti”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
30Il populismo è “un pericolo”: lo ha sottolineato Papa Francesco nell’incontro con i vescovi orientali cattolici. “Questo è un pericolo della nostra società: i particolarismi che diventano populismi e vogliono comandare e uniformare tutto”, ha sottolineato il pontefice chiedendo ai presuli che anche la Chiesa locale eviti la “tentazione di chiudersi in sé stessa e di cadere in particolarismi nazionali o etnici escludenti”. Il Papa ha poi sottolineato che occorre mettere al centro gli emarginati e che la carità sana le divisioni anche nella Chiesa.

Quindi a volere ‘uniformare’ non è la Globalizzazione e chi predica il Meticciato, ma chi resiste a questa offensiva: bizzarro personaggio.

Poi si è scagliato contro il problema del “sovraffollamento degli istituti penitenziari, che accresce in tutti un senso di debolezza se non di sfinimento”. E che è causato dagli immigrati – oltre 1/3 degli ospiti – che lui predica rimangano in Italia.

“E’ un problema grave”, ha detto il Papa nell’udienza con la Polizia penitenziaria. Bergoglio ha poi ribadito il suo appello alla scarcerazione di pedofili e assassini, rivedere la pena dell’ergastolo: “L’ergastolo non è la soluzione dei problemi, ma un problema da risolvere. Perché se si chiude in cella la speranza, non c’è futuro per la società. Mai privare del diritto di ricominciare”:

Sta “ad ogni società” alimentare “la fiammella della speranza”, “fare in modo che la pena non comprometta il diritto alla speranza, che siano garantite prospettive di riconciliazione e di reinserimento”.

Riconciliati tu con i pedofii e gli assassini di bambini, portateli in Vaticano. Ah, già, ce ne sono già in abbondanza.




4 pensieri su “Bergoglio vuole scarcerare pedofili e assassini di bambini: “Basta ergastolo e populisti””

  1. Prete, avete abolito la pena di morte nel 2001 e mi rompi le palle con l’ergastolo? Sei fortunato che non ti sparo la pippa quella dei lavori forzati socialmente utili, con palla di ferro al piede e guardie a cavallo.

Lascia un commento