Vicenza, sposa bambina regalata a musulmano: stuprata per anni

Condividi!

Una bambina è stata costretta a sposarsi con un uomo adulto in seguito a un matrimonio combinato, poi a subire per anni abusi di ogni tipo e violenze sessuali.

VERIFICA LA NOTIZIA

La notizia è che tutto questo non è accaduto in qualche Paese del Terzo mondo, ma in Italia. Del resto, e importi popolazioni del terzo mondo, diventi Terzo mondo.

I fatti sono accaduti in provincia di Vicenza a partire dal 2005 e fino al 2013 e mercoledì il tribunale ha condannato l’immigrato a otto anni e mezzo di reclusione e a un risarcimento di 60mila euro nei confronti dell’ex sposa.

Le famiglie dell’uomo e della minorenne si erano da messe d’accordo: la sposa bambina, che pare avessa 15 anni, arrivava dal Bangladesh ed era stata data in “dono” al marito.

Da quel momento per la giovanissima si sono però spalancate le porte dell’inferno: stupri, sottomissione fisica e psicologica e ogni genere di angheria da parte dello sposo, fino a quando – disperata – non ha trovato la forza di fuggire. Oggi la ragazza, che dall’uomo ha avuto un figlio, ha lasciato il Vicentino e si è riconciliata con la famiglia.

Il matrimonio venne celebrato a distanza con rito islamico, una procedura che non ha valore in Italia ma che nella cultura dei protagonisti invece sancisce un legame praticamente inscindibile, tranne nel caso in cui il marito non decida di scioglierlo unilateralmente, e basta che pronunci tre volte ‘talaq’, anche via sms.

I ricongiungimenti familiari, oltre ad invasori, importano anche spose bambine.




2 pensieri su “Vicenza, sposa bambina regalata a musulmano: stuprata per anni”

    1. A me dispiace che sia successo ad una ragazzina del terzo mondo. Forse tra poco succederà alle italiane. Che sono tanto brave ad essere selettive con noi dal punto di vista estetico. E se non sei belloccio non puoi nemmeno avvicinarti.
      Tra qualche decennio vi toccheranno i vecchi bavosi mussulmani.

Lascia un commento