Statua D’Annunzio a Trieste, gli occupanti croati protestano

Condividi!

Con una nota di protesta consegnata
all’ambasciatore d’Italia a Zagabria,
la Croazia ha “condannato nel modo più
deciso” l’inaugurazione stamane della
statua di Gabriele D’Annunzio a Trieste
“proprio nella giornata che marca il
centenario dell’occupazione” di Fiume.

Lo si apprende da un comunicato del
ministero degli Esteri croato inviato
all’ANSA. E’ un atto, si legge nella
nota, che “contribuisce a turbare i
rapporti di amicizia e di buon vicinato
tra i due Paesi”.




2 pensieri su “Statua D’Annunzio a Trieste, gli occupanti croati protestano”

  1. Quando gioco con i carrarmatini la Croazia la annetto sempre. Visto? Problema risolto: niente più due paesi e nessun rapporto da coltivare.
    Se i carrarmatini non vi piacciono e volete anche fare pulizia etnica vi consiglio “Victoria 2” invece di “Hearts of Iron”.

  2. ci sarebbero vari motivi per la protesta , ma gli Italiani a Trieste sono come i Croati a Trieste , Il vate a Trieste non ha fatto nulla di interessante , ci sarebbero mille altri personaggi storici da imulare con Vie e Piazze , al posto di Dannunzio e trovo la compagigine di Ordine Nuovo molto controcorrente , e anticostituzionale , non perché non simpatizzo per loro ma perché Trieste è invasa da Militari Italiani dal 26 settembre 1954 e questo gli da il diritto di sentirsi una colonia Italiana senza diritti di Colonia , pertanto sarebbe più indicato che questi guerrieri da salotto si dedicassero più alla giusta causa del TLT che di uno stato mafioso , massonico occupante; senza giurisdizione , come quello che vogliono diffendere , ma come sempre detto libero arbitrio a tutti .

Lascia un commento