«Italiani ora ridete, ma le vostre donnacce dovranno servirci e i vostri figli umiliarsi»

Condividi!

Cosa pensano i nostri ospiti dell’Italia e del nostro futuro?

VERIFICA LA NOTIZIA

Ad esempio, secondo volantini apparsi tempo fa in centro a Mestre, sotto ai portici e alla fermata degli autobus in quartieri ad alta densità di immigrati musulmani, pensano ad un futuro in cui loro dominano noi:

«Italiani adesso ridete, ma vedrete fra vent’anni quando le vostre donnacce ci dovranno servire e i vostri figli umiliarsi».

Questa scritta e la fotografia di una donna con altri islamici intenti a pregare Allah sui volantini.

Per ora volantini, poi bombe. Ma, probabilmente, non avranno bisogno di mettere bombe: meglio usare l’arma demografica. Lo stanno facendo con furbizia: migliaia di ‘bombe umane’ stanno dilagando in Europa in questi anni. I media li chiamano profughi.

Le vere bombe sono le pance delle loro donne. I loro figli sono i futuri carnefici dei vostri.

E non sono solo i musulmani. Su uno dei gruppi denominati “Colombianos en Milan” ci si organizza per colonizzarci:

“Per chi non lo sa, la Costituzione italiana obbliga a curare le persone con problemi di salute inviandole direttamente negli ospedali. La salute è un diritto costituzionale e copre anche i casi degli irregolari; quindi costoro che necessitano di trattamento medico vengono curati negli ospedali e se ci sono spese da pagare se ne occupa il consolato. Una persona che è sotto cure mediche non può essere espulsa. Se poi dovessero esserci problemi puoi recarti in qualsiasi sindacato dove ti orienteranno e dove hanno a disposizione avvocati”.

Ci invadono con le nostre leggi. Fatte per epoche in cui le migrazioni non erano bibliche.

E’ evidente che serve una totale rivoluzione del sistema immigrazione. A partire dalla Costituzione, che è stata scritta in un’altra epoca per un’altra epoca. Garantire l’accoglienza, quando arrivano 100 persone l’anno, è una bella cosa, se ne arrivano 100mila diventa una catastrofe. E non lo possiamo permettere.

Dobbiamo abrogare i ricongiungimenti familiari. Ma prima, dobbiamo abrogare il PD.




7 pensieri su “«Italiani ora ridete, ma le vostre donnacce dovranno servirci e i vostri figli umiliarsi»”

  1. Avete ragione , ma noi non ridiamo , e non permetteremo mai che voi veniate a casa nostra a fare i padroni , Provate , e poi vedremo chi ride . E sinceramente non me ne frega un cazzo se state male , se avete bisogno del Psicologo , State al vostro posto , perché non sono uno che porge l’atra guancia , ma uno che vi spegne .

  2. Siete sicuri che ai tempi in cui hanno fatto queste leggi già non fosse chiaro il loro disegno? Kalergi ha esposto le sue teorie all’inizio del secolo scorso. Avete mai visto come la cenere covi silenziosamente il fuoco?

    1. Secondo le mie “ricerche” la maggior parte della strategia attuale è per l’appunto un retaggio di personalità che vivevano all’interno dei confini dell’impero Asburgico fra il 1877 e il 1918. Molti si sono spostati in Germania al termine della grande guerra. Come gestire un grande impero multietnico convincendo la gente che essere socialisti e basta è meglio che essere socialisti Italiani o Cechi? Le etnie erano un problema da eliminare. Come fare? Ovviamente mescolandoli tutti.

      1. Ah, manca la parte su come convincerli: ci penserà la strategia messa in piedi dal nostro compagno di sinagoga che dice che “alle volte un sigaro è solo un sigaro”. Ci vorrà tempo ma ce la faremo.

  3. Dotto, simpatico e alla mano, non come quegli ignoranti, altezzosi che danno del “lei” in un social.
    La mia mamma che era una signora di altri tempi, mi ha insegnato che l’umiltà è una dote che i bifolchi di solito non hanno.

Lascia un commento