Il piano di Conte: trasformare l’Italia nell’hub di sbarco delle Ong

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Vuole trasformare l’Italia nel porto di ingresso dei clandestini. Quello che era fino all’arrivo di Salvini. Il piano è poi sparpagliare i clandestini in giro per l’Europa: africanizzare l’Europa.

Conte ha portato a Bruxelles le istanze del governo del ribaltone incontrando Tusk. E dopo il vertice ha sottolineato che “chi non parteciperà” alla ripartizione “ne risentirà in misura consistente sul piano finanziario”.

Il governo ‘italiano’ è da subito disponibile ad accordo temporaneo. Cosa che esiste da anni e che lascia tutti i clandestini in Italia.

L’unico modo di bloccare il traffico è respingere. Non farli sbarcare in Italia e poi, forse, dividerceli con gli altri Paesi.

Conte è l’infiltrato di Sant’Egidio, organizzazione che andrà messa fuorilegge visto che ha nel suo statuto l’obiettivo di riempire l’Italia di immigrati. E che gestisce, di fatto, l’ospitalità di clandestini favorendone la presenza sul territorio.




Lascia un commento