Napolitano voleva votare la fiducia da casa…

Condividi!

Almeno Napolitano ce lo siamo evitato:

“Sono dispiaciuto che le mie attuali condizioni di salute non mi consentano oggi di prendere parte alla seduta del Senato sulla fiducia. Intendo però rendere noto il mio orientamento, come Senatore di Diritto e a Vita, favorevole alla nascita del nuovo governo, pur di fronte a oggettive difficoltà e alla necessità di meglio definire convergenze politiche e programmatiche e la loro tenuta nel tempo”. Si legge in una nota del presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano. “Il nuovo governo, formatosi in un momento difficile, ha di fronte a sé il compito indifferibile di predisporre la legge di bilancio per il 2020, e adottare le misure economiche e sociali di cui l’Italia ha bisogno. Voglio sottolineare l’importanza delle dichiarazioni sulla politica internazionale e sul ribadito impegno dell’Italia nell’Unione Europea, pur in presenza di legittime richieste di riforme. Il consolidamento del ruolo dell’Italia sulla scena mondiale è premessa necessaria per la crescita economica e lo sviluppo sociale”.

Ma è comunque vergognoso che dei senatori non eletti possano incidere sulla vita politica di un PAese.




2 pensieri su “Napolitano voleva votare la fiducia da casa…”

Lascia un commento