Immigrati rubano tricolore ad Alpini e lo bruciano

Condividi!

Hanno rubato il tricolore nella sede degli Alpini per poi bruciarlo. Questo gesto di spregio verso l’Italia è stato di due stranieri minorenni, un marocchino e un romeno – entrambi di 17 anni, ovviamente entrati in Italia con i famigerati ricongiungimenti familiari.

VERIFICA LA NOTIZIA

I due sono stati denunciati alla Procura per i minori di Venezia per il reato di vilipendio alla bandiera.

Nella notte tra il 15 ed il 16 agosto i due immigrati hanno preso la bandiera italiana che era issata sul pennone della sede di Vittorio Veneto, non distante dalla stazione ferroviaria, e l’hanno data alle fiamme.

L’episodio è stato denunciato alla polizia ferroviaria di Conegliano. I carabinieri, al termine dell’indagine, sono riusciti ad identificare i due che hanno “confessato” di aver agito per «noia».

Quale noia. Questo è odio verso il Paese che li ospita e che non dovrebbe ospitarli. Stiamo allevando una serpe in seno. Stiamo disseminando l’Italia di nemici presenti e futuri. E il PD vuole dare loro la Cittadinanza. Anche oggi, il golpista Conte, ha parlato di Ius Soli.

Stanno tirando la corda.




6 pensieri su “Immigrati rubano tricolore ad Alpini e lo bruciano”

  1. Ciò che trovo ancor più vergognoso in questo fatto di cronaca, è che un romeno, bianco e cristiano come noi italiani, si mette a delinquere assieme ad un marocchino. Gli immigrati di ceppo europeo dovrebbero andare a favore a noi, e invece.

  2. Io 77anni,
    Ormai mi conoscete.Si ho 77 anni ,abbastanza giovane.
    …ma questa info del rubare e bruciare la ns bandiera non mi va proprio.
    Erano minorenni?? Me ne frego.
    Punizione.18 mesi di lavori sociali, pulire i WC.
    Se non vogliono ,spedirli a casa loro.Impronte digitali,foto, e divolgare a tutti gli istituti di vigilanza italiani.
    Lo sanno che è una enorme offesa.
    No buonismo ne ora ne mai

  3. Ci sarebbe già una sentenza dove il reo è stato giudicato non colpevole. Aveva disegnato una svastica all’interno del vessillo. La causa penale si è svolta nel tribunale di Agrigento con 4 motivazioni da parte del giudice il quale sosteneva, tra le altre specifiche, che la ue non avrebbe una legislatura sua e la parola “ancora” era virgolettata. Quindi se nel frattempo non è accaduto aspettiamoci anche questo. Probabile che il tipo lo abbiano considerato incapace di intendere e di volere perché sporcare la svastica associandola alla ue è cosa da pazzi.

Lascia un commento