Stupro,indagato figlio di Grillo: è peggio lo stupro della democrazia del padre

Condividi!

Il figlio di Beppe Grillo, il 19enne Ciro, è indagato per violenza sessuale di gruppo, insieme con altri tre amici. Lo scrivono i quotidiani La Stampa e Il Secolo XIX. Stando a quanto riportato, la Procura di Tempio Pausania avrebbe aperto un fascicolo in seguito alla denuncia di una modella scandinava che ha accusato i quattro di aver abusato di lei al termine di una serata culminata nella residenza estiva del fondatore del Movimento 5 Stelle, in Costa Smeralda.

Il gruppo, che ieri è stato ascoltato dal pm titolare del fascicolo, Laura Bassani, si sarebbe difeso sostenendo che il rapporto sia stato consenziente. Nei giorni scorsi, i carabinieri di Milano hanno perquisito i ragazzi in cerca di indizi sulla vicenda. Gli investigatori avrebbero acquisito anche un video che sarebbe la prova più importante dell’inchiesta.

Le colpe dei figli non ricadono sui padri. Ed essere indagato non è certo sinonimo di colpevolezze, a differenza di quello che pensano i grillini.

E’ molto peggio lo stupro della democrazia fatto da Grillo padre. Che dopo avere per anni mandato affanculo tutti, ora va a letto con tutti.




Un pensiero su “Stupro,indagato figlio di Grillo: è peggio lo stupro della democrazia del padre”

  1. C’è una differenza di classe non indifferente se ripenso al caso Ruby. Silvio ha profumatamente pagato l’escort per le sue prestazioni, vediamo se Grillo lo fara’ o se invece si affiderà alla giustizia.

Lascia un commento