Trenta si sfoga e ammette sbarchi : «Ho lottato contro Salvini più di tutti»

Condividi!

Lui chiudeva i porti, lei usava le navi militari per traghettare clandestini in Italia

Ricordate questa ‘indiscrezione’?

Di Maio e il tradimento grillino: “fatti sbarcare clandestini per colpire Salvini”

Ora la Trenta si sfoga e ammette.

Trenta si lamenta di non essere stata confermata al Ministero della Difesa. Non si capacita, nonostante abbia seguito le linee guida: mettere i bastoni tra le ruote di Salvini nella lotta agli sbarchi e ai rimpatri

VERIFICA LA NOTIZIA

«Lo dico. Non sono contenta, non meritavo tutto questo. Sono stata una delle persone che ha lottato più di tutti contro Salvini».

«Voglio stare zitta perché in questo momento potrei dire di tutto e contro tutti».

Si tolga il dente. Luigi Di Maio non l’ha tutelata fino alla fine?

«Non so se Luigi mi abbia difeso, queste cose vanno valutate a freddo e non a caldo. Adesso ho mille pensieri contrastanti. E tanta rabbia. Ma voglio fare io una domanda».

Quale?

«Il ministero della Difesa è un ministero importante, il Viminale è un ministero altrettanto importante. È opportuno che ci siano due correnti politiche in entrambi i dicasteri?».
Cioè?

«Siamo sicuri che i tecnici siano abbastanza tecnici?».

Beh, Lorenzo Guerini non è un tecnico.

«Questo lo so bene, il mio successore è del Pd. Quindi devo pensare che Lamorgese lo sia. Non so cosa dire. Anzi, non mi va più di parlare. Ho da fare».

E’ delusa, arrabbiata.

«Io credo nel Movimento perché è fatto di idee e valori».

Ma anche di persone che non la hanno presa in considerazione per il nuovo governo?

«Lo ripeto: il M5S è fatto da persone».

Sta per dire che è delusa dal comportamente di Luigi Di Maio?

«No, con Di Maio nessun problema, ma…».

Ma?

«Basta così, mi aspettano gli scatoloni, poi andrò a portare una corona all’Altare della Patria».

Quindi è pronta a ritornare al lavoro?«Tornerò alla Link University dove insegno e dove dicono che io abbia cose strane».

Ovvero?

«Già stanno mettendo in giro cose strane sul mio ritorno. Vada a vedere».

Alla luce di questa confessione, il quasi azzeramento degli sbarchi è stato un miracolo di Salvini. Se avesse avuto la Difesa al suo fianco, avremmo avuto zero sbarchi e centinaia di migliaia di rimpatri.

La pagheranno.

La reazione di Salvini:




6 pensieri su “Trenta si sfoga e ammette sbarchi : «Ho lottato contro Salvini più di tutti»”

  1. cosa c’è da commentare ? quante volte ormai abbiamo visto uno stronzo di presidente della repubblica dell banane che corregga la democrazia a suo favore ? e Perché mi consolo e sono orgoglioso di essere Trestino e combatto con le leggi a mio favore contro un governo che ha solamente l’amministrazione provvisoria e temporanea della mia nazione e che non sa fare l’amministratore ma solo il ladro , e governa con giurisdizione senza avere giurisdizione , come si chiama questo ?? e sono solo dal 26 ottobre 1954 , e ruba ,ruba e truffa . ma alla fine dovrà restituire il maltolto e vi assicuro che lo farà senza patteggiamenti . Siamo abituati a essere soggiogati dal fantoccio governo Italiano , non per questo siamo contro il popolo Italiano . anzi !

  2. Sono sempre interessanti questi sfoghi a ferro caldo, rappresentano la realtà.
    Mi spiace per la ministra, nel senso che sia stata trombata dai suoi stessi sodali.
    Ecco cosa si prova ad essere traditi. Perché cara ministra, lei col suo fare ormai dichiarato è stata una traditrice. Del suo governo innanzi tutto, degli italiani e della Patria poi.
    Noi ovviamente, quali sudditi, non contiamo una cippa, e vabbè, ma il suo intento è oramai dichiarato, è un insulto a tutti noi. Vada ad insegnare se ha una cattedra, sperando che i suoi studenti non la riempiano di insulti.
    PS anche per le merendine.

  3. Da galera!! Lei aveva giurato SULLA costituzione come ministro della difesa del governo di cui Salvini era ministro degli interni E VICE-PREMIER, e adesso ammette senza pudore che faceva di tutto per sabotarlo!! Come se uno venisse assunto da un’azienda che produce automobili, e poi dicesse vantandosi che sbullonava le ruote, per provocare incidenti d’auto. Ma gente del genere non si vergogna di esistere? Ma io non ho mai visto personaggi più indecenti e vergognosi di questi del m5s.

  4. Ma se uno invece sostenesse che era la casa madre a farglielo fare le cose cambiano. I vertici del marchio sarebbero processati per omicidio o tentato omicidio. La Trenta con quello che ha detto voleva gettare letame sul pd non su se stessa.

    1. Ma non è vero niente! Se uno riceve un ordine criminoso NON deve eseguirlo, e basta! Se lei non era più d’accordo con la linea (già concordata nel contratto) di contrasto all’immigrazione clandestina che aveva dato gli Interni a Salvini, allora doveva dirlo chiaro e dare le dimissioni. Possibile che questi grillini morti di fame sappiano solo dire qualsiasi stronzata, pur di tenersi la poltrona??? Ma che serietà è?? Ma che vadano a buttarsi in mare, traditori pezzenti!! Ma che razza di partito del cazzo è, se riesce a dire vaffanculo ai corrotti, no al partito di Bibbiano e di mafia capitale, sto con la Lega, e poi dalla sera alla mattina prende per il culo gli elettori e cambia totalmente politica e alleati?? Ma dovrebbero buttarli fuori tutti, morti di fame con le pezze al culo, ignoranti come capre. E il bello è che c’è qualcuno che li difende, anziché sputargli addosso per lo schifo che fanno…

  5. Se dipendesse da me impalerei le loro teste di c. figurati come li difendo…
    La Trenta sicuramente, aveva il libero arbitrio, ma ha appoggiato il pd, o la ue come si vuole tanto è la stessa cosa, sperando di averne un beneficio una volta che il golpe fosse concluso, le cose sono andate diversamente, da qui il suo livore.

Lascia un commento