Salvini ha espulso 70mila immigrati da hotel e chiuso 2mila centri profughi in 1 anno

Condividi!

E’ tempo di tirare le somme del lavoro di Salvini in questo anno da ministro dell’Interno più amato di sempre. E i dati parlano chiaro.

VERIFICA LA NOTIZIA

La chiusura dei porti alle Ong ha funzionato.

C’erano 167.739 sedicenti profughi ospitati. Li aveva accumulati il Pd negli anni. Ad oggi, dopo la politica dei porti chiusi e il decreto Salvini che ha abolito la protezione umanitaria (quella di Oseghale), la situazione è questa:

Al 31 agosto erano ospiti in Italia 101.540 cosiddetti ‘richiedenti asilo’.

Quasi 70mila clandestini espulsi in poco più di un anno dagli hotel. Questo è l’effetto Salvini.

Certo, è comunque ancora un numero abnorme. Abbiamo milioni di poveri e dobbiamo mantenere 100mila clandestini. Ma quello che ha fatto Salvini è qualcosa che nessuno di noi avrebbe immaginato un anno fa. Ed è per questo che ha triplicato i voti: perché ha quasi azzerato gli sbarchi e cacciato dagli hotel quasi 70mila fancazzisti.

E pensate cosa avrebbe fatto e cosa potrebbe fare, senza la zavorra grillina.

Tanto per fare un paragone. Nel 2019 sono 57.189 i clandestini arrivati in Europa via mare: in Grecia 31.265, 18.758 sono stati gli arrivi in Spagna, mentre 5.324 quelli in Italia. Prima di Salvini la classifica era invertita.

Il tracollo degli sbarchi ha portato anche alla chiusura di migliaia delle strutture d’accoglienza: quelle statali sono scese da 15 a 12 nell’ultimo anno, mentre i Cas (Centri di accoglienza temporanea) sono passati da 9.282 a 7.593.

Voi capite che Vaticano, Coop-Pd, ‘ndrangheta e mafia nigeriana non potevano essere felici di Salvini. Ecco perché si sono alleati tutti contro di lui. E contro il popolo.

Oggi i rivoluzionari siamo noi. Loro sono il potere. E il potere va abbattuto. O l’Italia è perduta.




3 pensieri su “Salvini ha espulso 70mila immigrati da hotel e chiuso 2mila centri profughi in 1 anno”

Lascia un commento