Roma, Milano e Napoli invase dagli zingari: migliaia in centinaia di campi illegali

Condividi!

Il 15 luglio c’era stata una direttiva di Salvini ai prefetti, per “fotografare” cifre e condizioni degli insediamenti degli zingari di etnia rom sinti e caminanti. Il ministero sta elaborando i dati e comunica quelli per Roma, Milano, Napoli.

VERIFICA LA NOTIZIA

Milano e hinterland: 710 persone in 8 campi ufficiali; altri 10 campi definiti ‘occasionali’, numero di persone
indefinito. A Napoli 6 villaggi autorizzati e 9 no: rispettivamente presenti 925 e 864 zingari.

A Roma, secondo il censimento del Viminale sugli insediamenti nomadi, sono 6 i villaggi autorizzati, per un totale di 2.606 presenze di cui 1266 minori.

Sono 10 i villaggi illegali tollerati, con 924 presenze di cui 339 minori, e 338 invece gli insediamenti “spontanei” non autorizzati, con una presenza stimata di circa 2000 persone.

I villaggi autorizzati sono quelli di via Lombroso (XIV Municipio), Castel Romano (IX), Barbuta (VII), via Candoni (XI), Gordiani (V) e via di Salone (VI). I villaggi tollerati sono a via Salviati, Ortolani, Foro italico, Sette Chiese, Grisolia, Spellanzon, Arco di Travertino, Schiavonetti, Barbuta, Monachina. Gli insediamenti spontanei non autorizzati sono stati individuati a Trevi, Prati, Parioli, Sapienza, Nomentano, Tiburtino, Casilino, Prenestino, Torri, Appio, Tuscolano, Tintoretto, Eur, Mare, Marconi, Monteverde, Aurelio, Monte Mario e Cassia.




2 pensieri su “Roma, Milano e Napoli invase dagli zingari: migliaia in centinaia di campi illegali”

  1. Chissà da quanto tempo sono lì, i governi si avvicendano ma la situazione tende a peggiorare. La cosa migliore per un italiano povero è buttare i documenti e dire che sei zingaro. Ti mantengono a vita e puoi fare tutto ciò che ti passa per la testa. Praticamente è come avere un immunità diplomatica.

Lascia un commento