Rivolta social contro la miss veneta che non è italiana: “Razzisti”

Condividi!

Anche quest’anno l’immancabile presenza estranea in Miss Italia. Solo 1 su 80, e questo celebrare un’ovvietà è sintomo di quanto l’Occidente sia caduto in basso.

Ovviamente, dire che non è una ‘bellezza italiana’ (anzi, che non è italiano tout court), viene tacciato di razzismo. Come se un gatto pretendesse di partecipare ad una mostra canina.

"Cosa ho risposto? Ignoro questi attacchi"

Posted by Il Giornale on Wednesday, September 4, 2019

Con il Pd arriveremo come Francia e GB a miss quasi tutte straniere. E Zaia sarà contento perché parlano veneto.




4 pensieri su “Rivolta social contro la miss veneta che non è italiana: “Razzisti””

  1. Non per fare il pignolo ma cane e gatto sono due specie diverse. Più corretto parlare di razze nell’ambito di una specie, così com’è naturale e congenito per tutte le specie di questa Terra…

  2. È la seconda volta, una negra miss ITALIA per sottolineare che non c’è differenza tra loro e noi. Ok politicamente corretto, ma almeno che siano belle, perché così è una “sola” multipla.

  3. A causa delle radicali differenze tra la razza bianca e la razza negroide, parleremmo senza alcun dubbio di specie diverse se non fosse per il fatto che le due razze sono interfeconde tra di loro con progenie non sterile. La circostanza che il meticcio non solo nasce ma è anche in grado di riprodursi fa dire agli scienziati che appartengono alla medesima specie umana, genere homo specie sapiens. Eppure, gli stessi scienziati dicono che l”homo sapiens di razza bianca ha nel suo DNA un 2% di DNA dell’homo di Neanderthal (i negri no… questo spiegherebbe alcune differenze). Ma allora, se l’homo sapiens si è incrociato con l’Homo di Neanderthal, allora il fatto di essere interfecondi non è condizione necessaria e sufficiente per appartenere alla stessa specie. Se così è, seguendo il sillogismo alla rovescia ma senza tema di smentita se le premesse sono corrette, affermo qui ed ora che i bianchi ed i neri non appartengono alla stessa specie umana, ma a due specie umane differenti, interfeconde, e che il miscuglio dà vita ad una specie umana ulteriore composta dale due annacquate e così via.

  4. C’erano ceppi differenti tra i nostri antenati hanno scoperto, come dici giustamente tu, dei genotipi con gli occhi cerulei, poi altri con caratteristiche totalmente diverse. Anche i cani pur appartenendo a razze diverse possono riprodursi, i cuccioli nascono in salute ma sono meticci purtroppo…
    Si vede chiaramente dai tratti somatici che gli africani discendono dagli oranghi. L’intelligenza è assai limitata, pensate che uno studioso africano ha sostenuto la tesi (ovvia) che la cellula, nel corpo umano, privata dei grassi si indebolisce ossia l’uomo essendo onnivoro ha bisogno di un’alimentazione completa e la scelta vegana sarebbe deleteria per la salute. Grande scoperta, probabilmente avrà ricevuto un nobel la scimmia, ormai lo danno a cani e porci!

Lascia un commento