Nasce governo Golpista: lista ministri, Di Maio agli Esteri e fanatica accoglienza al posto di Salvini

Condividi!

Ecco la lista dei ministri del governo del ribaltone. Ed è tragicomica: agli Esteri Di Maio e non serve aggiungere altro, all’Interno la fanatica dell’accoglienza Lamorgese, alla Giustizia rimane l’incapace Bonafede, alla Difesa tal Guerini, all’Ecomomia il prof di Lettere Gualtieri, allo Sviluppo Economico Patuanelli, all’Ambiente Costa, ai Trasporti De Micheli.

Faranno una bruttissima fine.

Presidente del Consiglio, Conte; sotto-
segretario alla Presidenza del Consi-
glio, Fraccaro (M5S). Tra i principali
ministeri, all’Interno, Lamorgese (ex
prefetto Milano); Difesa,Guerini (Pd):
Economia,Gualtieri (Pd); Giustizia, Bo-
nafede (M5S); Esteri,Di Maio (M5S); In-
frastrutture, De Micheli (Pd); Sviluppo
Economico, Patuanelli (M5S); Lavoro,Ca-
talfo (M5S); Cultura,Franceschini (Pd);
Salute,Speranza (LeU);P.A. Dadone (M5S)

Il ministro dell’Interno dopo Salvini:

E’ una provocazione.

Leggendo la lista dei ministri è chiaro: durano pochi mesi. Di Maio agli Esteri. Di Maio agli Esteri denota tutta la disperazione del PD per non andare a votare. E’ un governo di disperati. Finirà nella disperazione.

Gravissima la responsabilità di Mattarella che si è prestato alla nascita del governo più di estrema sinistra della storia repubblicana con il popolo più a ‘destra’ che mai. Non potrà che finire male. E sarà divertente.

Immaginiamo che Salvini in questo momento stia stappando una bottiglia di spumante. E stia preparando il cucchiaino con cui raccattarli a breve. Forse molto più a breve di quanto non immaginiate.

Intanto ruspa dove governa la Lega:




2 pensieri su “Nasce governo Golpista: lista ministri, Di Maio agli Esteri e fanatica accoglienza al posto di Salvini”

  1. Di Maio all’estero così se lo tengono lontano dalle palle…
    Lamorgese è quella che ha imposto al sindaco del mio paesino (di FdI) una bella banda di “pagatori di pensioni” da ospitare…
    Ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere!

    Comunque se questo aborto passa la fiducia in senato, rimarrà poi impantanato nei regolamenti parlamentari (Calderoli, che li ha scritti, ha promesso sorprese!) e nelle commissioni.
    Senza contare le liti tra i grillini, che cercheranno di distingersi per non essere fagocitati dal PD, ed i PDofili.

    Insomma a breve avremo Salvini che supera il 50% di consensi da solo.

Lascia un commento