Ribaltone: il prossimo Luca Traini sta già prendendo la mira, fermatevi

Condividi!

L’Italia potrebbe vivere a breve mesi drammatici. Mai, nella storia repubblicana, si è assistito ad un ribaltone di questo tipo, con la maggioranza che finisce all’opposizione per giochi di palazzo.

Stiamo assistendo ad un colpo di stato istituzionale, in cui Mattarella è, almeno, complice. Se non ispiratore.

Un colpo di stato in cui hanno giocato ruolo essenziale governi stranieri. Con Angela Merkel che avrebbe imposto l’accordo al Pd con una telefonata.

Abbiamo una procura che indaga su di un bizzarro incontro in un hotel di Mosca, ma nessun magistrato è interessato ad indagare sulla telefonata di Merkel al PD. Se Putin avesse telefonato a Salvini per imporgli un governo col M5s, avrebbero scatenato, giustamente, una canea mediatica e giudiziaria senza precedenti: se di mezzo c’è il Pd, no.

Perché anche settori della magistratura sono coinvolti in quanto sta accadendo.

E tutto questo non farà che allargare la distanza tra popolo e palazzo. Tra popolo e media di regime.

L’esito, scontato, sarà il caos. O credete che il popolo italiano sia in grado di sopportare un’altra invasione programmata attraverso barconi e ong? Ieri abbiamo avuto un’avvisaglia di quello che accadrà nei prossimi mesi, se nasce il governo del ribaltone, con oltre 300 clandestini sbarcati in poche ore.

Tutto già visto negli anni del Pd. Solo che, ora, la gente ha conosciuto l’alternativa, sa che l’immigrazione non è inevitabile, come millantavano: può essere fermata o, almeno, ridotta al minimo. Quasi azzerata.

E all’ennesimo sbarco succederà qualcosa. Come succederà al primo tragico ed inevitabile fatto di sangue con protagonista un immigrato.

In qualche parte d’Italia, proprio mentre leggete, alienato dall’inutilità del suo voto, sconvolto dalla ripresa degli sbarchi, dall’arroganza degli immigrati e dei politici del Pd, che vanno al governo per la quarta volta in sei anni senza legittimazione popolare, un altro Luca Traini sta già lustrando la pistola.

Potete fermarlo solo voi. Restituendo valore alla democrazia. Ridando la parola al popolo. In caso contrario, non vi lamentate. Noi vi avevamo avvertiti.

L’ingiustizia non può che generare violenza. Fermatevi.




4 pensieri su “Ribaltone: il prossimo Luca Traini sta già prendendo la mira, fermatevi”

  1. I “traini” sono utili al Sistema perché attraverso i suoi mass media strumentalizza le sue azioni per criminalizzare chiunque si oppone all’immigrazione e procedere con il bombardamento della propaganda immigrazionista.

  2. Si Werner hai ragione. Anche se ci trovassimo prima o poi in una legittima, non lo affermo è dubitativo, guerra di liberazione trovo che sprecare un ergastolo colpendo a caso è veramente da idioti.

Lascia un commento