ONG, Eleonore: dopo sequestro indagati comandante e capo missione

Condividi!

La Procura di Ragusa ha iscritto nel registro degli indagati il comandante e il capo missione della nave Eleonore dell’ong tedesca Mission Lifeline, entrata ieri nel porto di Pozzallo con 104 migranti, dopo avere dichiarato lo stato di emergenza, forzando il divieto imposto dalle autorità italiane. Per loro l’ipotesi di reato è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’indagine è coordinata dal procuratore Fabio D’Anna e seguita dal pm Francesco Riccio.

L’importante è che la nave – una bagnarola registrata come ‘pleasure craft’ – sia stata sequestrata. Poi maxi multa.




Lascia un commento