Il profugo terrorista di Lione è passato dall’Italia: “Offendevano Allah”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il profugo islamico «killer dello spiedo» che sabato ha ucciso un 19enne e ferito altre 8 persone alla periferia est di Lione, era passato anche dall’Italia:

Lione, terrorista è richiedente asilo: “L’ho fatto perché non leggono il Corano” – VIDEO

Prima di ottenere lo status di rifugiato politico Oltralpe, l’afghano 33enne ha attraversato l’Europa. In Francia arriva nel 2009 dichiarandosi «minorenne». Poi Italia, Germania, Gran Bretagna, Norvegia.

«Ha detto d’essere musulmano, d’aver sentito voci che insultavano Allah che gli ordinavano di uccidere, ma le sue parole sono state incoerenti e confuse». Sminuire. Sminuire sempre.

Non ha precedenti e non è noto ai Servizi. Perché non puoi controllare milioni di musulmani. Molti dei quali hanno la ‘tua’ cittadinanza.

Vive nel centro per rifugiati di Vaulx-en-Velin, a 3 chilometri dal luogo dell’attacco. Non parla francese. Resta in custodia per «omicidio» e «tentato omicidio», mentre 40 persone sono ancora assistite dalla cellula psicologica attivata dopo il terrore seminato tra pendolari, turisti e passanti.

La vittima:

Lui era Timothy, 19 anni, vittima del richiedente asilo afghano, entrato in Europa attraverso l'Italia, nella stazione…

Posted by Forza Nuova on Monday, September 2, 2019




Un pensiero su “Il profugo terrorista di Lione è passato dall’Italia: “Offendevano Allah””

Lascia un commento