‘Profuga’ sbarca dolorante: reduce da costosa ‘liposuzione’ in Africa

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
A proposito di ‘poveri migranti’ che si imbarcano per l’Italia, poco nota è la vicenda della clandestina traghettata dalle ong e poi finita in ospedale per complicazioni post-operatorie un tantino particolari: liposuzione.

La donna era tra 400 clandestini raccattati in Libia e poi vomitati al porto di Pozzallo (Ragusa) un paio di anni fa, all’apice del traffico targato PD. A conferma di come a partire siano, ed è provato da molteplici ricerche, i ricchi delle famiglie africane benestanti in cerca di fortuna.

Appena sbarcata, l’africana, accusando dolori all’addome, venne immediatamente condotta all’ospedale «Maggiore» di Modica, dove una volta visitata a spese nostre dagli operatori sanitari e sottoposta agli accertamenti necessari senza ticket, venne scoperto che la donna si era sottoposta non meno di trenta giorni prima nel suo paese d’origine ad un’addominoplastica, ovviamente a pagamento: una correzione del rilassamento addominale, col quale viene rimosso il grasso o tessuto adiposo in eccesso per tendere la parete addominale. 

Una tipologia di intervento volta al miglioramento estetico della regione addominale. Ma da noi è considerata profuga. Sanità gratis e poi in hotel.

Ecco chi ci portano quelli delle ong, oltre a malati immaginari, spacciatori, finti minori e veri stupratori.




3 pensieri su “‘Profuga’ sbarca dolorante: reduce da costosa ‘liposuzione’ in Africa”

  1. Allora stamattina a Rainews 24, con Morrassut e qualche giornalista vicino a M5s e PD che annuiavono, il vice Ministro dei Governi Renzi e Gentiloni per Affari Esteri e Cooperazione MARIO GIRO ha detto (vado a memoria ma il senso è questo):

    QUELLO CHE NON E’ ACCETTABILE DEL GOVERNO PRECEDENTE E’ AVER IMPEDITO ALLA SOCIETA’ CIVILE ITALIANA E STRANIERA DI ORGANIZZARSI IN ONG DI VOLONTARIATO PER SALVARE VITE UMANE NEL MEDITERRANEO”

    VI RENDETE CONTO? E’ STATO VICE MINISTRO !!!
    FA PARTE DI DEMOCRAZIA SOLIDALE (SATELLITE PD)
    E SI DIMENTICA DI AGGIUNGERE…

    …”E PORTARLI TUTTI IN ITALIA”

    NESSUNO IMPEDIREBBE A NESSUNO DI SALVARE VITE UMANE:

    1) SE LE RIPORTA DA DOVE SONO PARTITE
    2) SE SE LE PORTA A CASA SUA E SE LE MANTIENE
    3) RISPONDE IN SOLIDO AI LORO REATI
    4) LI PORTA IN UN PAESE DOVE I REATI DEGLI IMMIGRATI NON SONO ABBUONATI A PRIORI:
    00MINORANZA- LICENZA DI FAR CIO’ CHE TI PARE
    5) GLI PAGA COI SUOI SOLDI IL WELFARE
    6) GLI PAGA CON I SUOI SOLDI LA SANITA’
    7) LE FA SFOGARE CON SUA FIGLIA SE E’ NELLA LORO CULTURA ABUSARE DELLE RAGAZZE .

    L’IMMIGRAZIONE E’ POSITIVA SOLO DOVE NON ESISTE STATO SOCIALE ( HOPPER) o dove c’è una tal fame di mano d’opera che però deve esser scelta a priori formata ed idonea a ciò che serve, prediligendo etnie e religioni affini e/o non contrastanti.

    IN OGNI CASO PER L’ITALIA SI ESCLUDONO ENTRAMBE LE IPOTESI.

Lascia un commento