Di Maio è la pu**ana di Macron: M5s entra nel gruppo Ue del presidente francese

Condividi!

Da Salvini a Rackete. Dai Gilet Gialli a Macron: qui siamo in presenza di un partito di prostitute politiche pronte a tutto.

VERIFICA LA NOTIZIA

Luigi di Maio ed Emmanuel Macron potrebbero allearsi in Europa. Almeno, questo è quanto sperano i grillini a sei mesi dall’incontro parigino tra la puttana di Macron e i Gilet gialli, i fragorosi insulti rivolti dall’allora vicepremier 5S al presidente francese e le numerose liti sulla Tav.

Ma ormai Di Maio e i suoi non sorprendono nessuno. Al posto della faccia hanno due chiappe:

Di Maio, il 18 luglio: "Mai col Partito Di Bibbiano"

E ora fa il governo col Partito Di Bibbiano.

Posted by Forze Armate Italiane FF. AA. on Monday, August 19, 2019

E, ‘sorpresa’, la trattativa è stata affidata a Gozi: “Finché erano alleati con la Lega non c’erano spazi. Ora si vedrà”.

Vi rendete conto con quali peripatetiche abbiamo a che fare?




3 pensieri su “Di Maio è la pu**ana di Macron: M5s entra nel gruppo Ue del presidente francese”

  1. Palestinians: Why Allow Facts to Get in the Way?
    any criminal seeks justification: in fact, for the Armenian genocide Erdogan said that it is not true! but, sharia must hate everything that is outside itself and therefore will always find arguments to justify its genocides!

    unitedwithisrael org/palestinians-why-allow-facts-to-get-in-the-way/
    Palestinians: Why Allow Facts to Get in the Way?
    un qualsiasi criminale cerca delle giustificazioni: infatti per il genocidio degli armeni Erdogan ha detto che non è vero! ma, la sharia deve odiare tutto quello che è fuori di se stessa e quindi troverà sempre argomenti per giustificare i suoi genocidi!

  2. Questo inciucio che sta portando alla nascita del governo “più a sinistra” della storia d’Italia, mette in luce una cosa tanto evidente che solo un cieco non poteva vedere: il M5S è un partito creato dal Sistema come “antisistemico”, per raccogliere i voti persi dal partito più sistemico in assoluto, il PD. E state certi che pur trattandosi di un governo di coalizione, e come se avremo un governo monocolore PD, allo che giallo-rosso o giallo-fucsia. Personalmente ho sempre avuto diffidenza verso i grillini, e come abbiamo visto si è rivelata molto fondata.

    Mi spiace solo per quei tanti cittadini in buona fede, giustamente schifati dalla malapolitica che da decenni governa questo nostro sfortunato paese, che si sono fatti imbrogliare ed hanno dato fiducia a questo movimento, con il 25% nel 2013 e il 32% nel 2018, nella speranza che una volta al potere potesse fare una rivoluzione.

Lascia un commento