M5s, niente voto su Rousseau perché base voterebbe contro ribaltone

Condividi!

La democrazia diretta a singhiozzo:

Che poi, a votare deve essere il popolo, tutto, non alcune migliaia di attivisti grillini. Invece, in questa trattativa tra M5s e Partito Di Bibbiano assistiamo ad un penoso spettacolo di incontri e trame a porte chiuse.




14 pensieri su “M5s, niente voto su Rousseau perché base voterebbe contro ribaltone”

  1. Per essere più precisi, a quanto pare il grosso dei sostenitori del M5S vorrebbe le elezioni subito, costi quel che costi, basta che il Movimento non perda la faccia con gli inciuci.
    E’ questo che forse a DI Maio e Casaleggio non sta bene, perchè se la porcata col PD è troppo rischiosa o sconveniente hanno già in testa di rimettersi con Salvini (Di Maio è sedotto dalla possibilità di fare il premier), mentre la base trova giustamente che sia molto più coerente e dignitoso andare al voto. E questo terrorizza i boss del M5S
    Come appare sempre più chiaro l’unico vincente è Salvini: non teme di andare all’opposizione ed anzi crescerebbe in consensi se si instaurasseal governo la maialata PD-M5S; se Di Maio accetta la sua proposta lui ottiene la cacciata di Trenta, Toninelli, Conte, Tria e Lezzi e mano libera sulle politiche leghiste; se si va alle elezioni le stravince anche senza allearsi necessariamente con Meloni e Berlusconi (ed infatti non vuole presentarsi in coalizione, per scegliere dopo il voto con chi fare il governo.

    1. Se vincere significa ritornare all’invasione migrante, far passare lo ius soli ed avere un’altra canaglia come presidente… è una strana vittoria.
      Che ora come ora stravinca ed abbia la maggioranza senza la Meloni, ho i miei seri dubbi.

      1. JA, ovviamente Salvini all’opposizione è l’opzione meno desiderabile, sia per lui (pensa solo che i giudici lo massacrerebbero) che per noi.
        Ma visto che l’asse antisalviniano PD-M5S era già palese da luglio (voto a Salssoli e voto ad Ursula ne sono le prove), la Lega non poteva far altro che staccare la spina. E l’ha staccata non quando se l’aspettavano i grillini, ma solo all’ultimo momento in modo che questi adesso si trovano nell’emergenza di giustificare qualsiasi inciucio senza aver costruito un’adeguata narrazioneche lo giustificasse.
        Penso che un po’ tutti speriamo nel voto e come seconda opzione Salvini e Di Maio di nuovo assieme (ma i grillini continuerebbero a boicottarlo come in precedenza).
        Il fatto è che se anche l’inciucio passasse, e tutti speriamo non accada, Salvini all’opposizione sarebbe l’unico a guadagnarci, perchè il M5S sparirebbe ed il PD resterebbe nelle mani di Renzi che Zingaretti vorrebbe segato

        1. Siamo d’accordo ma chi ci perderebbe sarebbero l’Italia e gli italiani.
          Opposizione in parlamento ed organizzare la rivolta nel paese, solo così se ne esce da questo ennesimo inciucio o questa volta saremo veramente finiti come popolo e come nazione.
          Boia chi molla.

          1. Concordo con te. Guarda che l’idea che si realizzi l’inciucio PD-M5S mi toglie il sonno…
            Ma fidati che è davvero improbabile. Quell’inciucio lo vogliono DAVVERO solo i renziani ed i fichiani.
            Zingaretti è quello che più di tutti ha bisogno di elezioni subito, tanto sotto il 19% il DP non scenderà mai (purtroppo) e lui ha necessità di eliminare i renziani dalle sue fila.
            Di Maio vorrebbe disperatamente tornare con Salvini, ma ha paura che facendolo dopo qualche mese la Lega gli ristacchi di nuovo la spina

  2. Mah, il M5S deve scegliere, o va elezioni anticipate e si becca il 15%, oppure fa il governo con il PD e dopodiché alle politiche del 2023 ne piglierà lo 0,5 come Casapound e Forza Nuova.

  3. Luigi non pensare che la Mattarella non possa fare lo stesso con un così detto governo che ci porterà al voto… del 2023.
    Devono tenersi pronti: opposizione interna e rivolta esterna. Questa volta, se vogliamo vivere come popolo e nazione sovrana, non devono e non possono passarla liscia in OGNI caso.
    Boia chi molla.

  4. Nessuno ha fatto i conti con il Colle. Se ad elezioni concluse voleva piazzare addirittura Cottarelli, cioè un Monti, quando Salvini e Di Maio erano perfettamente d’accordo, figuriamoci ora chi può piazzare; non ha più nessun vincolo, metterà un montiano, un Conte he lavori tra PD e M5S e un pochino di Lega, giusto per fare le cose più importanti per la Nazione, quelle che ci chiedono l’Europa e gli Usa urgentemente: APRIRE I PORTI e IUS SOLI. All’orizzonte si vede la guerra e l’Europa non può farla con i vecchi

    1. All’orizzonte si vede sempre la guerra perchè fa parte della vita, importante è vincerla. E, con i mezzi a nostra disposizione, può andare bene anche un vecchio con le p*** che un giovane eroi-nomane. 🙂

  5. Anche il governo di tutela elettorale non si era mai visto che io ricordi quando finisce un governo di sinistra…MAGARI È CHE CI FOSSE. ..MA SEMBRA che costituzione sia scritta x bloccare salvini, tipo cambiare leggi elettorali ad hoc x impedire che vinca quando mai ci lasciassero votare.

    La democrazia in Italia è INESISTENTE.

Lascia un commento