Renzusconi terrorizzato dal ritorno del governo populista

Condividi!

“Salvini ha chiesto pieni poteri, ma rispetto a 15 giorni fa adesso è anche in un angolo, quasi ko”. E’ quanto scrive Matteo Renzi in un post su Facebook. “Abbiamo infatti proposto un Governo per evitare che aumentino le tasse, che arrivi la recessione, che saltino i consumi. L’abbiamo fatto senza chiedere nulla per noi ma facendo una proposta per il bene comune. Mi auguro che adesso prevalga la responsabilità. E che si pensi all’Italia, non all’interesse dei singoli”.

Certo, lui pensa al bene dell’Italia. Ha una faccia che definire come il culo sarebbe un complimento. E non comprende che Salvini guarda più lontano di una poltrona e giochi di palazzo.

Intanto, l’altro partner di Renzusconi contro il sovranismo:

“Avevamo salutato la rottura dell’infausta maggioranza Lega-Cinque Stelle con favore, come premessa a un ritorno, in Parlamento o attraverso le urne elettorali, alla naturale maggioranza di centro-destra che sola potrebbe far uscire il Paese dalla crisi, realizzare un moderno programma liberale, tagliando le spese e le tasse, riformando le istituzioni, garantendo la libertà dei cittadini”. Si legge in una nota di Silvio Berlusconi.?”Parlo di un centro-destra lontano dalle ingenuità sovraniste, ben radicato in Europa, credibile sul piano internazionale, capace di restituire al nostro Paese quella dignità nel mondo che è stata gravemente compromessa da quanto è accaduto nel passato recente”. “Sono molto preoccupato, come italiano, come leader politico e anche come imprenditore, per la piega assunta dalla crisi di governo – si legge in ancora – le diverse forze politiche e le diverse correnti all’interno dei partiti mettono in atto spregiudicati tatticismi, preoccupate più del proprio destino che del destino degli italiani. Questo significa che i tanti segnali di disaffezione alla politica espressi a ogni tornata elettorale non vengono compresi né raccolti”. “In questo scenario grave e preoccupante – continua la nota – è ancora più evidente che solo Forza Italia rappresenta, e lo fa con orgoglio e determinazione, le idee e le tradizioni politiche liberali, democratiche, garantiste e cristiane della Civiltà Occidentale, alternative alla sinistra e ben distinte dai sovranismi”. “Solo Forza Italia rappresenta la garanzia assoluta di un centro-destra che non mette in discussione l’Euro, che sa stare in Europa costruendo alleanze e non ponendo steccati, per tutelare con efficacia gli interessi italiani, che sa parlare il linguaggio delle imprese e del lavoro, che affronta i grandi temi della nostra epoca come l’immigrazione senza buonismi ma anche senza esibizioni muscolari, nel quadro di una collaborazione internazionale rafforzata e responsabile. In ogni caso, se si tornerà alle urne, ma anche se dovremo continuare a fare opposizione in Parlamento, il nostro compito sarà chiamare a raccolta l’altra Italia, che non si riconosce in questo teatrino, l’Italia del sì, l’Italia responsabile, seria, fattiva, perbene”.

Se si può andare ad elezioni con FdI, allora bene, ma se bisogna imbarcare i resti di FI, allora meglio rimanere al governo con il M5s.




Lascia un commento