Reggio, stazione devastata da 11 richiedenti asilo: non si possono espellere

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Dopo un mese di indagini, la questura di Reggio ha solo denunciato gli 11 immigrati responsabili di questo:

Guerriglia a Reggio: immigrati assaltano la stazione e pestano passeggeri – VIDEO

I soggetti identificati grazie alle telecamere di videosorveglianza sono tutti richiedenti asilo di nazionalità gambiana, maliana e burkinabe’, di età compresa tra i 19 e i 36 anni (cinque di questi hanno il permesso umanitario scaduto, ma in attesa della sentenza di ricorso del giudice, quindi non espellibili).

Hanno picchiato a sangue un 54enne che passava dalla stazione con il telefonino:

Solo due di questi undici sono stati arrestati: Jaiteh Ibrahima, 24enne gambiano, è stato portato in carcere perché doveva espiare una condanna di 3 anni e 6 mesi per una rapina commessa a Palmi (Reggio Calabria) e Bara Noufou, 33enne del Burkina Faso, perché non aveva rispettato l’obbligo di firma sempre per una rapina in Calabria. Infine, altri due gambiani di 21 e 23 anni sono stati deferiti per lesioni personali in concorso per aver aggredito due persone, sempre nella stessa rivolta.

Questi sono i vostri fottuti ‘profughi’, piddini.




8 pensieri su “Reggio, stazione devastata da 11 richiedenti asilo: non si possono espellere”

  1. Non ho un megafono sto pensando di comprarne uno e di andare in piazza con un grosso cartello che spieghi subito il motivo, poi le parole faranno il resto. Salvini quel pusillanime doveva organizzare perché un singolo cogli@ne è facile che lo prendano per matto, invece anche solo 10 persone la situazione cambia, ti vengono dietro e si fa presto a trasformarsi in moltitudine! Ci vuole solo l’imput.

  2. Pistole elettriche dove sono? Promesse vuote. Finora si sono viste solo quelle ad acqua della riviera. Ci vuole uno un po’ tosto si salvini e si tiri fuori traini che rispetto a queste risorse boldriniane è in carcere in modo ingiusto.

Lascia un commento