Patronaggio ha mentito: i clandestini della Open Arms stavano tutti bene

Condividi!

Fatti sbarcare dalla toga rossa Patronaggio per una cosiddetta “emergenza sanitaria” a bordo, a poche ore dall’arrivo di una nave militare spagnola che li avrebbe portati in Spagna, in realtà non stavano vivendo alcuna “emergenza sanitaria”

VERIFICA LA NOTIZIA
Nel dispositivo dell’ennesimo sequestro farsa di Patronaggio che ha permesso lo sbarco dei clandestini, il magistrato scrive:

“il permanente status quo può solo aggravare gli effetti pregiudizievoli sulla salute psichica e fisica delle persone a bordo, comportando rischi per l’incolumità degli stessi”.

Ebbene, dopo lo sbarco, tutti i clandestini sono stati visitati da due medici del poliambulatorio più altri due inviati dell’Asp di Palermo a supporto, un dermatologo e un ginecologo. Per nessuno degli 83 è stato necessario fare accertamenti perché le loro condizioni sanitarie sono state giudicate buone. Tutti sono stati trasferiti nell’hotspot.

Insomma, non c’era alcuna emergenza sanitaria a bordo. Possibile che nessuno indaghi sui reali obiettivi di Patronaggio e dei suoi? Possibile che questo personaggio possa, impunemente, inventarsi sequestri con l’unico scopo di fare sbarcare i clandestini? E’ concepibile che una toga prenda decisioni politiche aggirando la volontà popolare e sia totalmente irresponsabile delle proprie azioni, anche quando è evidente a tutti a cosa mirino?

E nella notte, allo sbarco, ad accoglierli anche i cuckold invasati dell’Azione Cattolica che hanno intonato ‘Bella Ciao’:

“Sul molo di Lampedusa neutralizziamo uno striscione leghista con la scritta “scafisti”, mettendoci i piedi sopra, ma tanti piedi, proprio tanti tanti. Siamo qui per accogliere i naufraghi e ringraziare chi li ha salvati,non per farci insultare”. Così, sui social, l’ex sindaca di Lampedusa cacciata a furor di popolo, Giusi Nicolini, nervosa per la contestazione dei cittadini di Lampedusa, dove lei è a zero voti e la Lega primo partito, durante lo sbarco.




Un pensiero su “Patronaggio ha mentito: i clandestini della Open Arms stavano tutti bene”

Lascia un commento