Patronaggio vuole arrestare Salvini, lui: “Non ho paura, difendo i sacri confini”

Condividi!

Il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio ha lasciato poco fa i locali della Guardia costiera di Lampedusa, dopo avere incontrato i vertici della nave Open Arms, tra cui il fondatore Oscar Camps. Il magistrato ha firmato il provvedimento di sequestro preventivo che è stato appena notificato.

Il procuratore di Agrigento ha disposto il sequestro preventivo della Open Arms.
Oltre al sequestro della nave Open Arms, è stata aperte un’indagine per la violazione dell’articolo 328 del Codice penale, cioè omissione e rifiuto di atti di ufficio a carico di ignoti “per non avere risposto alle gravi condizioni di salute dei migranti”. La salute dei migranti…i finti malati certificati dai medici di Lampedusa. Patronaggio si è portato oggi i suoi medici fidati.

Secondo l’articolo 328 del Codice penale “Il pubblico ufficiale (Salvini ndr…) o l’incaricato di un pubblico servizio, che indebitamente rifiuta un atto del suo ufficio che, per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o di igiene e sanità, deve essere compiuto senza ritardo, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni”. I clandestini a bordo, di conseguenza, verranno fatti scendere.

Il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, che ha disposto il sequestro della nave Open Arms, indaga per omissione e rifiuto di atti di ufficio contro ignoti perché non è stato identificato chi avrebbe commesso il reato nella catena di comando. Ma tutti noi sappiamo a chi puntano lui e i suoi referenti ‘giallorossi’.

Ong Open Arms: altro sbarco, altro processo?Io non ho paura, orgoglioso di difendere i confini e la sicurezza del mio Paese.

Posted by Matteo Salvini on Tuesday, August 20, 2019

“Qualcuno nel nome del governo dell’inciucio vuole riaprire i porti ma finchè campo io difenderò la sovranità del mio paese e quindi sono corso dal Senato al Viminale”. Lo dice Matteo Salvini in diretta Fb. “Rischio altra denuncia per abuso d’ufficio perchè avrei dovuto far sbarcare immigrati di questa Ong spagnola”, aggiunge su Open Arms.

“Se qualcuno pensa di spaventami con l’ennesima denuncia e richiesta di processo, si sbaglia. Sarebbe una beffa che mentre abbiamo convinto la Spagna a mandare una nave, qualcuno in Italia sta lavorando per farli sbarcare adesso e magari processare il ministro dell’Interno che testardamente continua a difendere i confini del Paese”.

E’ evidente, siamo in presenza di un qualcosa di molto simile ad un colpo di stato. Orchestrato da poteri esterni con la complicità di politicanti italiani e settori della magistratura. Si tenta di mettere in piedi un governo di minoranza, contro il popolo. E le toghe rosse ricominciano ad aprire i porti.

Abbiamo una nave spagnola che preleva clandestini in acque libiche e poi sosta in acque di competenza maltese. Che rifiuta Libia, Tunisia, Malta e poi anche la Spagna. Con finti minori dichiarati tali. Finti malati dichiarati tali.

Quando i clandestini, dopo giorni di oscene pantomime dal parte dell’Ong, con clandestini lanciati in mare per un bagno, sono in procinto di essere trasferiti in Spagna da una nave militare spagnola in arrivo, perché la Trenta non ha inviato una nave militare italiana, ecco che interviene Patronaggio.

E’ normale che un magistrato abbia il potere di aggirare le decisioni del ministro dell’Interno, nonché leader della maggioranza degli italiani, in una scelta che ha carattere politico? No.

E’ noi o loro. Non è una contesa politica. E’ una guerra per la sopravvivenza.




8 pensieri su “Patronaggio vuole arrestare Salvini, lui: “Non ho paura, difendo i sacri confini””

  1. La cosa è estremamente chiara, infatti l’indagine è stata aperta contro ‘ignoti’, giusto per aggiustare il tiro a crisi di governo avvenuta. I due clandestini che si è andato a prelevare servono proprio allo scopo. Adesso deve solo comminargli almeno 4 anni per condannarlo e mandarlo in galera. Basterà dargli due anni per ciascun clandestino sequestrato.

  2. Per come la so io non si può denunciare per omissione di atti di ufficio “ignoti” perché la legge prevede che l’omissione può essere solo a carico di un pubblico ufficiale. Mi spiego meglio, io posso denunciare i carabinieri perché non vogliono accettare una mia denincia nei confronti di pincopallino ma non posso denunciare posteitaliane perché non sono pubblici ufficiali.
    Si attaccano agli specchi, già altri magistrati avevano messo sotto sequestro i barconi per far scendere i porci. Questo ha soltanto mutato la denuncia, l’altra volta con la Diciotti mi pare si chiamasse cosi, c’era il sequestro di persona. Ridicolo e risibile erano liberi di riprendere il mare in ogni momento, le ancore non le aveva mica messe Salvini!

  3. x Biancoceleste
    questa è l’ora di scendere tutti in piazza e mostrare quanti siamo. La lega deve organizzare. Solo un pochino di tumulto, quanto basta per far intendere che se portano Salvini in galera o se non ci danno le urne…allora sono c.

Lascia un commento