Merkel crea una polizia segreta contro l’estrema destra

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
La polizia federale tedesca (Bka) si doterà presto di una nuova unità, specializzata nel contrasto alla “minaccia dell’estrema destra”. Hanno il terrore del popolo.

Non è un caso la defenstrazione del capo dei Servizi Segreti, che pensava alla minaccia islamica e non ad un’inesistente minaccia interna che è, semmai, una rivolta. Non a caso l’hanno sostituito con un turco.

Secondo il quotidiano Süddeutsche Zeitung, il governo Merkel avrebbe deciso di costituire il reparto in questione una volta constatato “l’allarmante livello di pericolosità raggiunto dalle organizzazioni xenofobe”, che costituirebbero ormai un rischio “più grande del terrorismo islamico”. Sono gli stessi mezzi utilizzati nella Germania Est di Merkel contro i dissidenti.

La pericolosità delle cellule estremiste sarebbe comprovata, inoltre, anche dal numero di militanti xenofobi oggi presenti sul territorio federale, stimati dai vertici della polizia in circa 24mila unità e tale cifra sarebbe “in costante crescita”.

Di conseguenza, al fine di fronteggiare la nuova minaccia, spiega la testata, il Bka creerà un apposito reparto anti-estremismo responsabile di condurre una “lotta a tutto campo” contro la propaganda nazionalista radicale. La nuova unità verrà a breve istituita all’interno del “dipartimento ST”, preposto al mantenimento di contatti diretti tra i tutori dell’ordine e i servizi segreti di Berlino. Inizialmente, la divisione in questione potrà contare su un personale di “440 uomini”, che verrà reclutato al termine di rigorose procedure di selezione prossime all’avvio.

Per stroncare con rapidità ogni potenziale minaccia di matrice xenofoba, il nuovo reparto applicherà un sistema di valutazione dei rischi per la sicurezza denominato “RADAR-rechts” (radar-destra), costituito dall’integrazione delle tradizionali tecniche investigative con i moderni strumenti di rilevazione dei pericoli presenti sul web. Proprio Internet, i social e i blog saranno un “terreno di caccia privilegiato” dell’unità in via di costituzione, poiché la rete rappresenterebbe attualmente il principale mezzo di trasmissione degli ideali razzisti e violenti.

Quanto pubblicato ultimamente dalla Süddeutsche Zeitung ha subito indotto i sovranisti di AfD a condannare con forza la strategia varata dai vertici della polizia e dal governo Merkel. Innanzitutto, tale partito ha bollato come “scioccante” il fatto che le autorità abbiano deciso di profondere un maggiore impegno nella lotta all’estremismo di destra piuttosto che in quella al jihadismo. La formazione anti-Ue, per bocca del suo portavoce Jörg Meuthen, ha quindi etichettato la mossa del Bka come finalizzata a “perseguitare chi, andando contro il perbenismo e il politicamente corretto di media e istituzioni, condanna il radicalismo islamico e i rischi del multiculturalismo”.

Una nuova Stasi. Quando il popolo si ribella, non è terrorismo, è una rivoluzione. La tua polizia segreta, Merkel, finirà male.




11 pensieri su “Merkel crea una polizia segreta contro l’estrema destra”

  1. Un’altra sporca giudea, promettente ex-kapò dei sovietici, che ha fatto e continua a fare più danni all’Europa della I e II guerre mondiali messe insieme.
    Spero passi, visti anche gl’irrefrenabili tremori indemoniati, gli ultimi anni della sua vita in carrozzella, se prima non ci pensa qualcun’altro a dargli la “misericordia”.

    1. Qui la storia è molto più divertente in effetti: suo papà era prete luterano e poteva fare avanti e indietro dalla DDR come gli pareva. E a nessuno è mai venuto in mente per chi lavorasse? Siamo proprio in un mondo di pagliacci…. 😉

  2. La Merkel sa governare, queste sono buone idee, ciò che manca ai dormiglioni al governo che abbiamo noi ,che prestano quotidianamente il fianco al PD e alla UE. Ricordiamo che l’estrema destra qui da noi è oramai anacronistica, filoamericana, incapace di ragionamento, come la sinistra ugualmente filoamericana incapace di posizioni critiche; l’estrema destra è si contro i governanti filoeuropei ma basta spostarsi in ucraina dove la destra nazista è la principale alleata della UE più ufficiale e quindi della Merkel

  3. Magari il cervello di mucca pazza che le hanno cucinato la facesse crepare presto, ma come i mostri mitologici un altra testa cresce di lato quando si recide la principale.
    Non credo che uno sia così cretino da uscire nei social con un nikname tipo “Valpreda” parlare tranquillamente di azioni alla Rambo e fare proselitismo. È risibile, ma chi gliele racconta alla stupida ste cose? Se uno fa questo non costituisce di certo un pericolo per i loro piani demoniaci.

  4. Abbiamo bisogno di una classe dirigente Europea che pensi per l’Europa. Abbiamo bisogno di un Sacro Romano Impero. Non di una Merkl, d’un Macron , o di un Conte o un Grillo giullare. L’Europa ha dimenticato la grandezza della sua Civiltà . Ricordiamo questo e ricostruiamo l’essenza vera d’Europa .

  5. Sparta, quando NOI eravamo LA civiltà i tedeschi se ne stavano intorno al fuoco, fuori dalla grotta, a mangiare carne con le mani e con un bel paio di corna in testa. Vogliamo ancora parlare di europa unita? Io rivoglio la mia identità nazionale perché non sento nessun trasporto verso gli altri paesi limitrofi e non. Non voglio sottostare a nessuna pressione esterna questo anche se i loro principii fossero sani, figuriamoci quelli deliranti.

  6. Quindi la Merkel ha istituito ufficialmente la polizia della Sharja (o come si scrive) che a Berlino esisteva già in forma non ufficiale, come pure in alcune città dell’UK.
    Ormai essere un bianco cristiano in Europa non è politically correct…

  7. è una realta biologica naturale , quando si porta un organismo da un ambiente estraneo e lo introduci nella fauna locale , l’organismo estraneo è sempre più forte del organismo locale , è così in biologia è così in Religione e politica . Tutti quelli discontenti della religione cattolica , della politica dei partiti Italiani e tutti quelli deboli di carattere , di spirito sono i primi a cadere nelle forza del nuovo arrivato .

Lascia un commento