Giornalisti di sinistra incitano Open Arms ad irrompere in porto

Condividi!

I trafficanti umanitari di Open Arms sono maestri nelle sceneggiature psicodrammatiche, come insegna la vicenda Josefa. L’ultima pagliacciata sono i clandestini che si gettano in mare, secondo alcuni con il beneplacito dell’ong, per creare una falsa situazione di emergenza che dia modo a Patronaggio di farli sbarcare.

E questo, nonostante se si fossero messi in viaggio, a quest’ora sarebbero alle Baleari belli tranquilli. No. Vogliono una vittoria politica su Salvini con la complicità di magistrati e grillini, che se non avessero rifiutato di firmare il divieto di ingresso bis, a quest’ora la nave sarebbe a Malta.

Ma sono essenziali in quest’opera di manipolazione dell’opinione pubblica i giornalisti ‘umanitari’, veri e propri megafoni delle ong:

Con Radio Radicale, finanziata da Soros, che addirittura invita il comandante di Open Arms, già a processo per un precedente, a fare irruzione in porto:

A Firenze un magistrato ha sequestrato una radio perché lo speaker denunciava i crimini degli immigrati. Questi, invece, invitano a violare le leggi italiane.




Un pensiero su “Giornalisti di sinistra incitano Open Arms ad irrompere in porto”

Lascia un commento