Open Arms vuole sbarcare solo in Italia: sono terroristi umanitari in attesa di Renzi

Condividi!

Dopo 17 giorni di braccio di ferro con Salvini, la Spagna ha ceduto e aperto il porto di Algeciras alla Open Arms. Ricordiamo lo scontro verbale tra i cittadini di Lampedusa e i trafficanti umanitari dell’ong catalana:

“Ma perché continuate a portarli qui? Non li vogliamo. Portateli altrove”. Con queste parole un gruppo di lampedusani ha contestato al molo di Lampedusa il fondatore di Open Arms Oscar Camps e Riccardo Gatti. “Questi guadagnano 5.000 euro al mese – grida un altro – e noi moriamo di fame”. “Siete voi a insistere per portarli qui – dice un’altra persona – perché non li portate in Spagna o in Francia?”.

Lampedusa: discussione al molo tra rappresentanti Open Arms e alcuni isolani

Lampedusa, Riccardo Gatti e Oscar Camps della Open Arms al molo. Alcuni isolani contestano le scelte della ong: "andate da un'altra parte, siete voi che li volete portare per forza qua"

Posted by Local Team on Friday, August 16, 2019

La risposta dei due trafficanti umanitari: “Nessuno ci dà un porto”. La Spagna ha dato loro un porto. E loro lo hanno rifiutato:

Open Arms rifiuta porto spagnolo: “Dobbiamo sbarcare in Italia”

E fatta partire la solita sceneggiata à la Josefa:

Open Arms non vuole andare in Spagna e parte la sceneggiata: clandestini a nuoto verso Lampedusa

E’ tempo di chiamare questi personaggi con il loro nome: terroristi umanitari. Utilizzano – finanziati da oscuri personaggi, come emiri e multinazionali – i clandestini come bombe.

In questi 17 giorni hanno rifiutato, nell’ordine, i porti di Libia, Tunisia, Malta e ora Spagna. Avevano rassicurazioni dall’interno del governo che sarebbero sbarcati in Italia? Era, la Open Arms, un’arma puntata dei grillini alla testa di Salvini con la collaborazione di governi stranieri?

Ricordiamo che Oscar Camps, fondatore di Open Arms, ha ammesso:

Open Arms, il fondatore confessa: “Ho parlato con Merkel e Macron”

E nella nota del governo spagnolo che concede il porto di Algeciras, pare di leggere proprio questo.

Insomma, Salvini ha, come sempre, opposto una resistenza ad oltranza. Che ‘loro’ non avevano previsto.

In conclusione: qui abbiamo una nave straniera che tiene ostaggio un centinaio di clandestini ricattando l’Italia. Che si inventa malati inesistenti con la collaborazione di medici di organizzazioni come Emergency e riconducibili al Vaticano. Che fabbrica minorenni con la prostata. E che rifiuta, con scuse sempre più bizzarre, qualsiasi porto che non sia italiano.

Non possono essere definiti altrimenti che terroristi umanitari. E di conseguenza andrebbero trattati.




Lascia un commento