Brexit, firmata abrogazione leggi Ue in Regno Unito

Condividi!

Il ministro britannico per la Brexit,
Steve Barclay, ha firmato la legge che
cancella l’atto del 1972 che sanciva
l’adozione delle norme europee da parte
del Regno Unito.

Lo riferisce il governo britannico: è
“un passo storico per il ritorno dei
poteri legislativi da Bruxelles al Re-
gno Unito”.

L’annullamento dell’ European Communi-
ties Act entra in vigore il 31 ottobre
quando il Regno Unito lascerà l’Unione
europea, con o senza accordo.

Un giorno accadrà anche in Italia. Ora nel Regno Unito hanno però un altro problema: le corti della Sharia.




2 pensieri su “Brexit, firmata abrogazione leggi Ue in Regno Unito”

  1. Non credo che i tribunali musulmani possano rappresentare un problema per l’Inghilterra, verranno dismessi immediatamente. L’istituzione era causata dai dictate che l’Europa imponeva, ora con la brexit saranno legittimati ad espellere tutta la spazzatura dal paese liberando, come è giusto, i posti di lavoro per chi, da tante generazioni, è nato lì. Le corti della sharia rappresentavano anche un modo per alleggerire la quantità cospicua di cause dei tribunali locali e soprattutto dipanare una matassa sulle questioncine scabrose riguardanti matrimoni tra evanescenti figure femminili e despota.
    Noi, essendo indietro anni, rispetto a loro invece subiremo processi di musulmani che riterranno di aver subito torti da italiani e i trubunali rimbalzeranno “l’attore” alla sharia.

Lascia un commento