Scontro tra parroco e vescovo: “Prima gli italiani!”, “No, prima gli altri”

Condividi!

Predica patriottica di un prete durante le celebrazioni per la festa di San Rocco. Il parroco di Sora, cittadina del frusinate, don Donato Piacentini, si è scagliato contro i clandestini e chi li porta in Italia: “Vanno a soccorrere persone che hanno telefonini o catenine e catene al collo e che dicono di venire dalle persecuzioni. Ma quali persecuzioni? Guardiamoci intorno, guardiamo la nostra città, la nostra patria. Guardiamo le persone accanto, che hanno bisogno e quante ne ho conosco io, sono tante, tantissime, una marea che si vergognano del loro stato di vita”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Parroco contro sbarchi: «Vengono con telefonini e fingono di fuggire da guerre. Pensiamo alla nostra patria invece di soccorrerli» – VIDEO

Il vescovo di Sora, mons. Gerardo Antonazzo, ha subito sconfessato il sacerdote. La diocesi, in un comunicato ufficiale, parla di “discutibili scelte personali” mentre il vescovo ha sottolineato nella sua predica che “uno dei cardini fondamentali” del Vangelo “è la scelta ‘prima gli altri'” ribadendo “l’impegno, con la Caritas, per l’accoglienza dei migranti”. La Chiesa è ostaggio di una gang di trafficanti. Preti patriottici, sollevatevi. Una Chiesa patriottica è possibile.

“Prima gli altri” è un vangelo bergogliano. Una sorta di manuale che questo vescovo deve avere trovato in qualche club sadomaso.




Un pensiero su “Scontro tra parroco e vescovo: “Prima gli italiani!”, “No, prima gli altri””

Lascia un commento