Riccardo Gatti, il traditore che ha traghettato in Italia 5mila clandestini

Condividi!

Riccardo Gatti, chiccoso capo missione di Open Arms, lancia il solito lacrimoso appello, dopo avere rifiutato approdo in Libia, Tunisia e Malta:

Il capo missione dell’Ong Open Arms, l’italiano Gatti, è un traditore.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lui, italiano, ha lavorato per traghettare in Italia più clandestini possibile. Lui, personalmente, ce ne ha portati circa 5mila.

E’ come se un figlio portasse in casa, ogni giorno, un paio di spacciatori, un paio di prostitute e qualche clandestino.

Lui ne va orgoglioso:

Forse dovremmo chiedere anche a lui di rifondare i contribuenti per il mantendimento dei 5mila immigrati che ha scaricato e che abbiamo dovuto mantenere in hotel in media per due anni: sono circa 120 milioni di euro, tanto c’è costato questo traditore che si definisce ‘salvatore’.

Chi definisce ‘olocausto’ la morte di clandestini in mare che pagano migliaia di euro per venire a spacciare, battere o, nel migliore dei casi, a farsi mantenere in Italia, è incommentabile.

Per anni hanno traghettato migliaia di giovani maschi africani in Italia perché c’era la guerra in Siria. E nemmeno si vergognano. Come non si vergognano i giornalisti a trarne articoli apologetici.




7 pensieri su “Riccardo Gatti, il traditore che ha traghettato in Italia 5mila clandestini”

  1. Ma colui che diceva qualcuno. ..”Chi Paga questi Taxi del Mare? E perché lo fa?”

    ora “Perché lo fa?”

    Lui, la 29, il Devoto Egidio e l’elettrico col suv diesel…

    …senza dire “Chi li paga?” …”perché lo fanno?” I Taxisti del mare…

  2. Ma il peggio è che sia lui che quegli esseri sinistri come Renzi-Boschi-Boldrini (tanto per citare le più marce carogne) o i Napolitano… NON LA PAGHERANNO MAI.
    Anzi saremo noi a pagargli pensioni d’oro.

  3. Il cittadino, come dicevamo, si deve costituire parte civile nei confronti dello stato poi sarà quest’ultimo a sua discrezione a rifarsi sui vari individui che hanno speculato a turno. Il danno che dobbiamo imputare loro non è solo di natura economica, soprattutto morale, psicologica e in alcuni casi (dimostrandolo con denunce ecc) fisico. Uno dei più grandi processi intentati nella storia.

  4. Per il fatto dell’oloco$to noto delle similitudini: cazzate queste come erano cazzate quelle.
    Già che ci siamo, ricordate che ogni prodotto che ha una certificazione halal o kosher ha indirettamente finanziato gli interessi di chi rilascia queste certificazioni e il prezzo finale del prodotto che VOI pagate è ovviamente comprensivo della parcella dei certificatori.
    Ogni volta che acquistate un prodotto con una di queste certificazioni finanziate il nemico.
    TQ HCC 2200:2001 per i prodotti halal oppure la mezzaluna con la M.
    Di solito una K violetta all’interno di un cerchio per i prodotti kosher.
    Perchè non avete ancora speso millanta euro per la certificazione kosher del piano di marmo della vostra cucina?

Lascia un commento