Pd getta la maschera: ‘al governo per processare Salvini’

Condividi!

L’ok allo sbarco dei finti minori, poi risultati maggiorenni, ha eccitato il Partito Di Bibbiano su Twitter.

I parlamentari del Pd hanno iniziato a roteare intorno al ministro Salvini come squali perchie.

VERIFICA LA NOTIZIA

Davide Faraone, noto senatore scafista partecipe dello speronamento su Open Arms, su Twitter scrive: “Sbarco minori, nessuna lealtà Salvini/Conte. Il coniglietto ha solo saputo che la procura ha aperto un’inchiesta per sequestro di persona. È finito in minoranza in senato e sa che non ci sarà più la giunta per le autorizzazioni disposta a salvargli il sederino. Il solito codardo”.

Morani songa un Diciotti-bis: “#Salvini ha un paura gigantesca di essere processato. Questa volta i grillini non lo salverebbero #OpenArms”, scrive sempre su Twitter.

Il senatore dem Margiotta: “#salvini arretra. Non per rispetto per #Conte, e certamente non per un sussulto di civiltà. Semplicemente, teme una nuova incriminazione e sa che questa volta il Senato non lo salverà #Diciotti #OpenArms @SenatoriPD”. E nel coro anti-Salvini non poteva mancare l’ex 5s Gregorio De Falco, uno dei possibili “responsabili” pronti all’inciucio: “#Salvini consente lo sbarco dei minori, ma si nasconde inventando una competenza del Presidente del Consiglio che non esiste e che il “Sicurezza bis” vuole solo che venga informato”.

Hanno gettato la maschera: vogliono andare al governo per processare Salvini. Del resto, il loro aruspice tronfio ha indicato la strada:

Saviano: “Salvini deve finire in carcere”

Stolti. A Salvini basta un cenno. Non servirà nemmeno la maggioranza in Parlamento. Il Pd sta scherzando col fuoco.




3 pensieri su “Pd getta la maschera: ‘al governo per processare Salvini’”

  1. In un Paese serio, i dirigenti del PD, i magistrati italiani, i prefetti, le società di soccorritori, di volontariato, le cooperative sociali, la guardia costiera, il ministro della difesa, e tutti gli altri traditori e aspiranti golpisti verrebbero dichiarati nemici dello Stato, poi trattati di conseguenza.

Lascia un commento