Open Arms: a bordo un infetto con forma resistente ad antibiotici

Condividi!

Nonostante la truffa svelata ieri dei clandestini malati che malati non erano, altri nove immigrati, tra cui due donne in avanzato stato di gravidanza sono stati evacuati dalla nave Open Arms per presunti motivi medici.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le due donne sono state trasportate a spese dei contribuenti in elicottero a Palermo. Vengono in Italia a partorire a spese nostre: “Una aveva ernia addominale enorme ed ha partorito con cesareo – dicono quelli di Open Arms – Evacuati anche un bambino di nove mesi con difficoltà respiratorie, possibile infezione vie respiratorie (bronchiolite), un uomo con tubercolosi polmonare avanzata, una donna con polmonite, una donna con problemi neurologici dovuti a storia pregressa di tumore celebrale, un uomo con otite media resistente a tre tipi di antibiotici e un uomo con una artrite dovuta a precedenti colpi arma da fuoco, e un uomo con una ferita chirurgica infetta”. “Gli altri casi sono per motivi psicologici“,, spiegano.

Se dovessimo credere alle diagnosi che ieri sono risultate false, qui abbiamo un branco di pazzi, delle donne che vengono in Italia a partorire gratis sfruttando il nostro SSN e un immigrato con una forma resistente di otite: significa che ci portano patologie che poi non sono curabili neanche con gli antibiotici. Ecco i regali di Open Arms.




Lascia un commento