Open Arms denuncia Salvini per “sequestro di persona”: ci pensa Patronaggio?

Condividi!

IL PIANO DEI GRILLINI ERA FARLI ENTRARE PER POI CHIAMARE IN CAUSA PATRONAGGIO CONTRO SALVINI

I trafficanti umanitari di Open Arms riprovano la via giudiziaria. Stamattina i legali dell’Ong spagnola hanno presentato alla Procura di Agrigento un esposto lamentando la mancata esecuzione, nei fatti, dell’ordinanza del Tar del Lazio che ha consentito alla nave di entrare nelle acque territoriali per consentire il soccorso immediato dei clandestini “a causa della eccezionale gravità della situazione”.

VERIFICA LA NOTIZIA

In realtà, la demenziale decisione del TAR, che è solo una sospensiva e non una ‘sentenza’, fa decadere il divieto di ingresso in acque italiane in modo temporaneo, fino alla decisione in merito, non impone alcuno sbarco. Cosa che potrebbe fare, col solito trucco del finto sequestro, la toga rossa Patronaggio. A cui, non a caso, si sono rivolti. E comunque, i soccorsi ci sono stati, ma ci potevano essere anche fuori dalle nostre acque, e i presunti malati sono stati già sbarcati: 13 in tutto.

I legali chiedono di procedere per sequestro di persona, violenza privata e abuso in atti d’ufficio. La Procura ha aperto – come è d’obbligo dopo un esposto – un’indagine e sta valutando come intervenire

Siamo una repubblica dove la sovranità appartiene al popolo o alle toghe rosse? Nel secondo caso, è tempo di fare una bella rivoluzione. Abbiamo i numeri, usiamoli.

Comunque, ci sono cascati. Fanno campagna elettorale per Salvini. Se li fanno sbarcare, Salvini sale nei sondaggi come unico difensore delle frontiere. Se non li fanno sbarcare, sale lo stesso, perché difende le frontiere.




3 pensieri su “Open Arms denuncia Salvini per “sequestro di persona”: ci pensa Patronaggio?”

  1. Si ma non regge l’accusa perché anche quando ci hanno provato la prima volta avevo fatto notare a gli altri utenti su fb che non c’era segregazione e i luridi potevano in ogni momento riprendere la via del mare per nuovi lidi. Questa volta poi hanno rifiutato più e più sbarchi, ribadendo ancora una volta, ce ne fosse bisogno, il loro comportamento opportunista.

Lascia un commento